Microsoft aggiorna Office con il real-time co-authoring

di Lorenzo Paletti Commenta

office-131107-1-1

Microsoft dice di non essere preoccupata da iWork e dal fatto che la rinnovata suite per la produzione di Apple è stata aggiornata di recente e resa gratuita per tutti gli acquirenti di un nuovo Mac o iDevice. Ma è difficile non interpretare l’aggiornamento di Office di questa settimana, che modifica il funzionamento delle app web-based della suite, come una risposta ad iWork e iWork su iCloud.

Tra le novità più interessanti delle nuove web-app di Office c’è sicuramente il real-time co-authoring,  che permette a due o più utenti di modificare, in maniera contemporanea, un documento. La funzione, che ricorda quella presentata da Eddy Cue sul palco dell’evento Apple dello scorso mese, è presente nelle  Web App di Microsoft Word, PowerPoint ed Excel:

La nuova presenza in tempo reale vi permette di vedere cosa stanno elaborando i co-autori del documento, così che non creiate conflitti mentre effettuate le modifiche. In aggiunta, la nuova abilità di visualizzare le modifiche al testo e alla formattazione mentre stanno avvenendo permette a voi e ai vostri co-autori di stare sulla stessa pagina mentre le vostre idee si sviluppano e si evolvono.

L’applicazione Word ha introdotto nuove funzioni di formattazione per elementi come il corpo del testo e gli elementi a pié di pagina, ed è stata anche aggiunta una funzione che permette di cercare e modificare una parola in tutto il testo. Nuove fondamentali funzioni sono state introdotte anche in Excel, come la protezione delle celle che impedisce agli utenti di modificarne il contenuto, o la riordinazione semplice e rapida dei fogli di calcolo.

L’aggiornamento rilasciato da Microsoft era certamente in lavorazione da tempo, e i power-user di iWork sono i primi a dire che gli aggiornamenti al software per la produttività di Cupertino lo hanno peggiorato con l’unico scopo di allineare le funzioni della versione per Mac a quelle disponibili su iOS. Apple ha risposto assicurando che molte delle funzioni mancanti saranno reintrodotte in Pages, Keynote e Numbers entro sei mesi.

[via]