iWork per iCloud si aggiorna con alcune novità

di Lucio Botteri Commenta

iWork iCloud

Apple ha da poco aggiornato la suite di iWork per iCloud, che resta comunque in beta, con delle piccole ma importanti novità: adesso le versioni “nuvolose” di Pages, Numbers e Keynote ricordano le impostazioni dell’utente, ma non solo.

iWork per iCloud è un servizio relativamente recente, ma se in questi mesi avete fatto un utilizzo poco più che occasionale del servizio, avrete notato quanto è fastidioso dover reimpostare alcune cose ad ogni utilizzo dell’app. Per fortuna, da oggi non è più così, dando un’occhiata alla lista degli aggiornamenti per ogni app:

  • Pages per iCloud ora ricorda le ultime impostazioni dell’utente come livello di zoom, mostra / nascondi il pannello del formato, mostra / nascondi le guide, ed altro.
  • Numbers per iCloud ora ricorda le ultime impostazioni dell’utente come livello di zoom, l’ultimo foglio selezionato, mostra / nascondi il pannello del formato, mostra / nascondi le guide, ed altro.
  • Keynote per iCloud ora ricorda le ultime impostazioni dell’utente come livello di zoom, l’ultima slide selezionata, mostra / nascondi il pannello del formato, mostra / nascondi le guide, ed altro.
Novità iWork iCloud
Le (pen)ultime novità

Inoltre, ora cliccando con il tasto destro su un testo è possibile visualizzare le scorciatoie per azioni come taglia / copia / incolla, mentre cliccando su un oggetto (sempre con il tasto destro) potremo creare una maschera di ritaglio.

Prima di questo aggiornamento, le ultime novità della suite di produttività su iCloud arrivarono a maggio, con un corposo aggiornamento che aggiunse una serie di funzioni per l’editing collaborativo dei file. Apple ha promesso di continuare a migliorare iWork per iCloud e le relative applicazioni di iWork per iOS e OS X cercando di giungere ad un livello di parità di features e comodità d’uso tra le stesse applicazioni sulle varie piattaforme.

La suite di iWork per iCloud è gratis per tutti, ed è accessibile attraverso il sito iCloud.com, mentre le versioni per iOS e OS X sono ancora “formalmente” a pagamento, ma gratis per chiunque acquisti un nuovo iPhone, iPad, iPod touch o Mac.

[via]