Snow Patrol, su iTunes e App Store il prossimo album

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Gli Snow Patrol saranno la prima band a lanciare un album interattivo tramite iTunes e App Store. All’uscita del nuovo disco prevista per ottobre, oltre alle canzoni scaricabili da iTunes, la band renderà disponibile tramite App Store un’applicazione grazie alla quale i fans potranno accedere a contenuti extra quali foto, artwork e testi delle canzoni. La product manager di Polydor, la casa discografica degli Snow Patrol, ha parlato di “booklet digitale“: si tratterà dunque della versione in bit e codice del librettino cartaceo dei CD di cui molti ascoltatori convertiti all’iTunesimo, diciamo la verità, sentivano la mancanza.

L’idea è interessante seppur non completamente originale. In molti prima degli Snow Patrol hanno tentato di unire agli album su CD contenuti interattivi extra, in un goffo tentativo da parte delle case discografiche di interpretare alla propria maniera la “rivoluzione digitale”. L’iniziativa degli Snow Patrol è ovviamente diversa nei metodi e negli intenti anche se restano alcune incognite da svelare.

Prima di tutto resta da capire se avranno intenzione di distribuire gratuitamente l’applicazione o se invece chiederanno agli utenti di acquistare, seppure per pochi spiccioli, il booklet virtuale. Qualora l’applicazione fosse gratuita, resterà da capire quale metodo verrà utilizzato per accertarsi che chi la scarica abbia già acquistato l’album. Un booklet virtuale scaricabile e consultabile da tutti indipendentemente dall’acquisto dell’album, a nostro parere, non avrebbe molto senso.

A Hundred Million Sun, il nuovo disco degli Snow Patrol, uscirà il 27 ottobre e indipendentemente dall’iniziativa si tratterà di un importante e atteso evento. La Fiction/Polydor si aspetta molto da una band che  con i precedenti due dischi ha venduto ben 3.7 milioni di copie nel Regno Unito. Chissà se il booklet virtuale servirà a spronare nuovi acquirenti  e a convincere un numero maggiore di utenti a non scaricare illegalmente l’album. eMule, del resto, può fornire al massimo un booklet scannerizzato e molto poco interattivo.