iTunes 11: integrazione con iCloud e supporto ad iOS 6

di Redazione 7

Fonti vicine ad Apple hanno raccontato a 9to5mac che Cupertino starebbe lavorando ad iTunes 11. L’undicesima major release della celebre applicazione sarebbe in fase di sviluppo da prima che iTunes 10.6 venisse lanciato, e dovrebbe introdurre principalmente aggiornamenti di natura tecnica. Non è atteso nessuno stravolgimento dell’interfaccia, anche se è chiaro che non è improbabile che qualche modifica alla UI venga introdotta negli stati più avanzati dello sviluppo.

Apple è al lavoro su iTunes 11 per introdurre una maggiore integrazione con i servizi di iCloud, e per supportare la prossima iterazione del suo sistema operativo mobile: iOS 6. Quest’ultimo è atteso per la seconda metà di quest’anno (a meno di sorprese nella routine delle release di Apple) ed è possibile che iTunes 11 veda la luce solamente dopo altri update di iTunes 10.

Nel frattempo ricordiamo che già da qualche mese girano voci riguardo l’aggiornamento di App Store e iTunes Store, che dovrebbero subire un radicale rinnovamento. Secondo le voci di corridoio è possibile che l’update degli Store di Apple venga inaugurato tra l’estate e l’autunno. A rendere questa tesi verosimile c’è anche l’acquisizione da parte di Apple di Chomp, una sorta di motore di ricerca creato per individuare con facilità software su App Store.

9to5mac racconta di non avere solo per le mani lo screenshot che abbiamo pubblicato in apertura di questo articolo, ma di avere avuto modo di osservare anche un nuovo pannello in iTunes, chiamato iCloud, che permette di accedere ai backup dei dispositivi iOS e alle impostazioni di iTunes Match e iTunes in the Cloud.

Pare che Apple, invece di smembrare iTunes in applicazioni specifiche, sia intenzionata a continuare sulla strada percorsa negli ultimi anni. L’applicazione, nata come strumento per organizzare la propria libreria musicale, è ormai diventata una pachiderma attraverso cui è possibile acquistare e guardare film e videoclip musicali, sincronizzare il proprio dispositivo iOS, e entro breve anche accedere alle funzioni di iCloud.

[via]

Commenti (7)

  1. … il solo fatto di essere ancora obbligato a usare iTunes per sincronizzare la *mia* musica (non ho quasi nulla di acquistato su iTunes Store, ma moltissimo acquistato in FLAC da altri “editori” per i quali qualità significa qualcosa) con l’iPhone/iPad… mi fa venir voglia di passare ad Android :-p

    uso Mac da vent’anni, ma ormai solo perchè il resto è anche peggio! :-/

  2. 20 anni che vivi in galera praticamente?!?!@ pl_svn:

  3. Ciao vi volevo segnalare che chi è alla perenne ricerca dei contest come me, su http://www.appletvblack.com regalano iTunes Gift Card !

  4. Mah! Personalmente iTunes non lo ritengo un pachiderma… Anzi con un solo programma sa di poter far tutto ciò di cui ho bisogno e che per qualsiasi cosa riguardi il mio
    iPhone – iPad – iPod mi basta lui per accedere a qualsiasi funzione…

  5. Mah! Personalmente iTunes non lo ritengo un pachiderma… Anzi con un solo programma so di poter far tutto ciò di cui ho bisogno e che per qualsiasi cosa riguardi il mio
    iPhone – iPad – iPod mi basta lui per accedere a qualsiasi funzione…

  6. @ Mauro:

    no: 15 anni felici, 3 di “sento puzza” e 2 che… Cupertino ormai è (quasi) uguale a Redmond =:-/

  7. Mauro wrote:

    20 anni che vivi in galera [email protected] pl_svn:

    Io ho più di 2000 “pezzi” originali tra CD e vinili, non ho MAI pagato per un singolo mp3.
    Pagare 10€ per un formato dalla qualità più scadente rispetto all’originale è una follia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>