FTP su Mac, 5 client per il trasferimento file su OS X

di Andrea "C. Miller" Nepori 3

Il protocollo FTP (File Transfer Protocol) è il più utilizzato sistema per il trasferimento di file da e verso un server remoto. Se avete mai creato un sito web, anche amatoriale, ci sono buone possibilità che abbiate usato l’FTP per caricarne online i file.
Esistono numerosi programmi FTP (client) per Mac, sia gratuiti che a pagamento, molti dei quali disponibili sul Mac App Store, ma la scelta si restringe ad una cinquina di nomi noti, che analizziamo in questo articolo per aiutarvi nella scelta dell’app che potrebbe fare al caso vostro: FileZilla, CyberDuck, Transmit, YummyFTP e Flow.

ftp-su-mac-mini

FileZilla

filezillaFileZilla è uno dei più noti client FTP e SFTP multipiattaforma. E’ open source e ne esistono versioni anche per Linux e Windows.
Da buon software Open è anche gratuito.
Il principale vantaggio di questo client rispetto ai concorrenti è certamente il (non) prezzo, ma anche la stabilità su OS X precedenti a Mountain Lion, sul quale può creare qualche problema.

L’interfaccia è, fra tutte le app di questa lista, quella meno Mac-like e altrettanto si può dire anche della UX generale. Gli aggiornamenti più recenti hanno in parte arginato il problema, ma l’applicazione rimane fedele ai dettami di una natura multipiattaforma che ne costituisce il limite maggiore. La navigazione interna e del server è forse l’aspetto che più risente di questa “tendenza” dell’interfaccia e potrebbe risultare un po’ frustrante per chi è abituato alla pulizia e alla cura ai dettagli della media delle app per Mac OS X.

FileZilla-for-Mac-OS-X

Le possibilità che FileZilla offre in termini di funzionalità specifiche non sono da sottovalutare, però, e si può fare praticamente tutto quel che può servire per gestire un server FTP senza troppe pretese organizzative. Può andare bene, insomma, per un uso “non intensivo”. Mi sento di sconsigliarlo, però, se siete alla ricerca di un client FTP da utilizzare quotidianamente a fini professionali.

PRO: gratuito, open source e più che sufficiente per le operazioni di base pur nella sua natura “spartana”. Le versioni meno recenti sono ancora disponibili e funzionano bene anche su Mac più datati.
CONTRO: aspetto generale poco Mac-like, l’interfaccia di navigazione è “faticosa” e l’uso intensivo a fini professionali potrebbe generare più di una frustrazione in chi fosse aduso abituato ad un altro livello di pulizia e attenzione ai dettagli.

Link per il Download: FileZilla per Mac


Cyberduck

cyberduckCyberduck, il client FTP caratterizzato dall’icona della paperella gialla, è un altro programma abbastanza noto fra la comunità dei Mac User di più lungo corso.
Si tratta anche in questo caso di un software Open Source che si può scaricare gratuitamente dal sito ufficiale. La versione presente sul Mac App Store costa invece 21,99€, nonostante non vi siano particolari differenze con la versione free.

Cyberduck è un client decisamente completo e supporta la connessione a server FTP, SFTP, WebDAV, Amazon S3, Google Storage e Rackspace Cloud Files.

L’interfaccia di Cyberduck, per quanto ottimizzata per il Mac, non è esattamente intuitiva e soprattutto per chi è alle prime armi potrebbe nascondere una curva d’apprendimento un po’ lunga rispetto ad altri applicativi di questa lista. Personalmente non ho mai troppo apprezzato la gestione dei server di Cyberduck e trovo l’applicazione un po’ poco “maneggevole”, ma il parere è puramente personale.

cyberduck screenshot

L’app è stabile e ben supportata e si integra molto bene, come del resto quasi tutti questi client FTP, con i file editor installati sul Mac dell’utente, utili per la modifica immediata dei file sui server remoti navigabili dal browser dell’applicazione.

PRO: gratuito e Open Source, offre supporto completo per il collegamento ai server FTP e SFTP nonché ai maggiori servizi di Cloud Hosting.
CONTRO: Interfaccia un poco ostica per i principianti, gestione dei server un po’ disordinata. Incomprensibile la differenza di prezzo fra la versione gratuita scaricabile online e la versione presente su Mac App Store.

Link per il Download: Cyberduck – FTP per Mac


Flow

flow1Fra i Client FTP + SFTP per Mac, Flow vince a mani basse il premio per l’app con il miglior design. L’applicazione è semplice, intuitiva, e perfettamente integrata con il look and feel di OS X, tanto che alla WWDC 2008 fu nominata fra le applicazioni finaliste per l’assegnazione degli Apple Design Awards.

Il giudizio positivo per l’applicazione non si basa però soltanto sull’aspetto estetico e sulla qualità dell’interfaccia: Flow integra una serie di funzionalità che la rendono particolarmente utile per chi lavora spesso con file ospitati su server FTP/SFTP remoti.

La funzione per la copia diretta dell’url di un file, ad esempio, è utilissima per lo sviluppatore Web, così come la possibilità di creare droplet tramite le quali caricare file online su un server prescelto con un semplice drag & drop.

flow1-1

Come nel caso ci Cyberduck anche Flow integra un supporto pressoché completo a qualsivoglia file editor per OS X, rendendo così molto semplice la modifica on the fly dei file remoti.
Interessante anche la compatibilità con QuickLook, che rende l’esperienza di navigazione nelle cartelle remote molto simile alla semplice esplorazione dei file locali tramite il Finder.

PRO: App dal design semplice e funzionale, vanta alcune funzioni particolari che velocizzano alcune delle operazioni più comuni con i server FTP/SFTP. Il prezzo è contenuto: 4,99€ sul Mac App Store.
CONTRO: Nulla di particolare da segnalare. App utile per lo sviluppatore Web che non deve lavorare a progetti estremamente complessi con sistemi di versioning remoti; non supporta FTPS o FTPES (anche se sono protocolli utilizzati molto poco). Qualche problemino di stabilità riscontrato su Lion e con il trasferimento di grandi quantitativi di files.

Link per il Download: Flow – FTP Client per Mac


Transmit

mac-app-transmitTransmit è senza ombra di dubbio il client FTP per Mac più famoso e più diffuso su piazza. La versione più recente, la 4, è stata ulteriormente migliorata grazie all’aggiunta di ben 45 nuove features e un sensibile miglioramento della velocità generale dell’applicazione.

La compatibilità di Transmit con i protocolli di trasferimento file è pressoché completa. L’applicazione permette di accedere a server FTP, SFTP, WebDAV, Amazon S3 ed altri ancora.
Molto utile la funzionalità “disks” che permette di trasformare i propri server remoti, siano essi SFTP o Amazon S3, in veri e propri dischi montati su OS X all’interno dei quali è possibile salvare file direttamente dalle applicazioni e navigare con il Finder come si usava fare con il vecchio iDisk di MobileMe.

Da segnalare che Transmit è praticamente integrato all’interno di Coda, altra applicazione di Panic molto diffusa fra i Web Developer che utilizzano Mac. In quel caso però senza alcune delle funzionalità (come i Disks) che caratterizzano l’app nella sua versione standalone.

transmit

PRO: Il più completo di tutti. Supporto molto esteso e ampio quantitativo di opzioni. Ottimo supporto alle spalle, grazie all’affidabilità di Panic.
CONTRO: Costa di più rispetto a tutta la concorrenza: 29,99€; curva di apprendimento iniziale piuttosto lunga.

Link per il Download: Transmit sul Mac App Store


Yummy FTP

Yummy-FTPChiudiamo questa lista con Yummy, client FTP sviluppato dalla omonima Yummy Software.
Yummy FTP supporta i trasferimenti FTP, SFTP ed anche FTPS. Fra le funzionalità più utili vanno certamente segnalate la possibilità di ripristinare automaticamente i trasferimenti non andati a buon fine, la limitazione della banda, la possibilità di programmare i trasferimenti (molto utile per attivare modifiche “a tempo” su siti statici). Fra le opzioni utili per gli sviluppatori da segnalare l’opzione di file-diff fra file locali e remoti. Completano il quadro la compatibilità fino a Mountain Lion e il supporto alle notifiche Growl.

Yummy FTP è consigliabile per chi cerca un’esperienza di trasferimento file che rimanga il più possibile “trasparente” e non nasconda l’FTP dietro troppi layer d’interfaccia che “mascherano” l’operazione e la rendono fin troppo simile al browsing di file locali. A seconda di ciò che un’utente va cercando questo può essere un vantaggio o uno svantaggio.

yummy

Il cliente è particolarmente adatto per chi deve trasferire ampi quantitativi di file in contemporanea. L’interfaccia dell’applicazione è sufficientemente integrata con il design di OS X e rimane abbastanza neutra, anche se non brilla per qualità estetiche. Il prezzo è abbordabile (8,99€) e l’apprezzamento per l’applicazione sull’App Store è pressoché unanime (anche se il giudizio generale è basato su un numero limitato di recensioni).

PRO: Il parco di features dell’app è abbastanza nutrito e buono è anche il supporto ai vari protocolli di trasferimento. Stabile nel trasferimento di un largo quantitativo di file, compatibile fino a OS X Mountain Lion.
CONTRO: Non un campione di software design per Mac, interfaccia un po’ spartana (ma praticamente pixel perfect se confrontata con File Zilla).

Link per il Download: Yummy FTP su App Store


Quale Client FTP per Mac devo scegliere?

Alla luce di quanto abbiamo visto in questo elenco di client FTP per OS X, è chiaro che a differenti esigenze rispondono diverse applicazioni.

Chi sta cercando un Client FTP per l’upload saltuario di file su server remoti o per l’aggiornamento di uno o due siti personali mi sento di sconsigliare l’acquisto di un’app a pagamento.

FileZilla e Cyberduck, quindi, sono le soluzioni più adatte. Se posti sullo stesso piano la mia scelta ricade su FileZilla, anche se di tutte queste applicazioni è di certo la meno piacevole visu.
Il consiglio, in questo caso, è di provarle entrambe (visto che non costano nulla) e di scegliere quella che più aggrada e si addice alle preferenze personali. Flow, fra le app a pagamento, è la meno costosa, la più “bella” ma anche, probabilmente, la meno completa. Può andare bene se siete disposti a spendere qualcosina anche se l’uso che farete dell’app sarà limitato a qualche trasferimento saltuario sul vostro sito personale, o poco più.

Cyberduck, quanto a funzionalità e supporto dei protocolli, sarebbe più che adatta ad un uso semiprofessionale (o professionale “blando”). Personalmente trovo che l’app sia però poco ordinata nella gestione dei server e dei dischi remoti. Per questo motivo mi sentirei di consigliare Yummy Ftp a chi fosse alla ricerca di una soluzione stabile che offre allo stesso tempo alcune funzionalità utili agli sviluppatori.
Anche in questo caso, difficile non consigliare comunque di dare un’occhiata preventiva a Cyberduck, visto che non costa nulla.

Transmit consiglio di prenderla in considerazione solo nell’ottica di un lavoro “intensivo” con i server remoti. L’applicazione è completa e ben sviluppata, oltreché perfettamente integrata nella filosofia di sviluppo di Panic.
Il costo è indubbiamente alto rispetto alla concorrenza ed è giustificato davvero solo da necessità professionali di livello medio/alto.