TotalFinder: un super Finder che gestisce le finestre attraverso i tab

di Nicola Strumia 23


Nome: TotalFinder
Tipologia: Utility – Licenza: Freeware
Requisiti: Mac OS X 10.6 Snow Leopard o superiore

TotalFinder è una applicazione gratuita (finché in versione Aplha) per Mac che amplia le capacità del Finder. TotalFinder è una utility che permette prima di tutto di gestire le finestre del Finder attraverso i tanto comodi tab come già avviene da molto tempo per le finestre dei browser internet.

Caratteristiche di TotalFinder

TotalFinder è una di quelle applicazioni che sto trovando irrinunciabili proprio perché odio dovermi districare tra decine di finestre aperte nel Finder: poter usare i pannelli in un’unica finestra la trovo una possibilità di una comodità eccezionale.
Per poter gestire le finestre a mò di tab TotalFinder ha preso ispirazione dal progetto open-source Chromium. Per poter utilizzare TotalFinder si passa da SIMBL (ultima versione mi raccomando). Al termine dell’installazione TotalFinder, troverete una nuova icona nella barra del Finder.

Da questo momento avremo un nuovo Finder in cui ogni nuova finestra aperta verrà visualizzata in un tab; le varie modalità (Elenco, Colonna, Icone o Coverflow) vengono comunque mantenute.

Anche nel Dock il Finder prenderà appieno le sembianze di TotalFinder (la classica faccina bicolore stavolta indossa gli occhiali neri).

I tab del Finder possono essere separati come su Safari (o meglio, in stile Chrome), ovvero possiamo trascinare col puntatore il pannello e trascinarlo fuori per creare una finestra indipendente: operazione che possiamo chiaramente anche effettuare in senso opposto. Purtroppo al momento il drag and drop dei files da un tab ad un altro non è ancora supportato.

Altre opzioni e settaggi possiamo farli nelle preferenze di TotalFinder: queste sono raccolte in un nuovo tab (e non poteva essere altrimenti …).


Nel tab Visor possiamo settare le scorciatoie da tastiera per attivare e nascondere le finestre (Activation e Control), settare modalità e tempi di animazione di entrata e uscita finestre (Animation), e soprattutto attivare TotalFinder su tutti gli Spaces.

Nel secondo pannello (.DS Store), come potete facilmente intuire, possiamo gestire i famosi file ds store che tanto “danno noia” a chi deve condividere documenti con utenti Windows o lavora su reti miste.

Questa opzione è gestita tramite il sistema Echelon implementato dallo stesso sviluppatore di TotalFinder.

Nel terzo pannello, Tweaks, possiamo applicare qualche altro piccola modifica interessante al Finder di Mac OS X.

Nello specifico è possibile far mostrare al Finder i file nascosti, nascondere l’icona di TotalFinder nella barra del Finder, e modificare come abbiamo visto sopra l’icona dell’applicazione con tanto di occhiali neri. Ma il tweak più interessante, e che probabilmente farà contenti gli utenti provenienti dal mondo Windows, quello che offre la possibilità di poter posizionare le cartelle in alto nella vista Elenco (Folders on Top), dopo aver riavviato il Finder (Restart Finder).
Come vedete nella figura che segue, il file “alohamoku.txo” normalmente dovrebbe essere posizionato subito sotto la cartella “Alohamoku”. Attivando questo tweak invece vengono visualizzate prima tutte le cartelle e poi tutti i documenti (sempre in ordine alfabetico discendente).

Personalmente non utilizzo questo tweak di TotalFinder, ma sono sicuro che ad altri utenti risulterà comodo.

Invece trovo molta comoda la possibilità di usare TotalFinder in modalità dual-panel (scorciatoia da tastiera Command+U), una feature che ricorda molto quella di Total Commander su ambiente Windows.

Il team di sviluppo di TotalFinder si dimostra molto attento alle segnalazioni della comunità creatasi attorno al blog di riferimento. Tra le richieste prese in considerazioni per i prossimi update c’è quella di potenziare la gestione delle finestre tramite set ampliati di scorciatoie da tastiera e molto altro ancora.

TotalFinder attualmente è ancora in fase Alpha e quando passerà in fase Beta è probabile che conosceremo anche il suo prezzo finale (potremmo azzardare un prezzo tra i 15 e i 20 dollari ?); la versione Alpha cesserà di funzionare ad inizio Marzo.

TotalFinder, versione 0.7.1, pesa 4.2 MB circa e si scarica gratuitamente dal sito ufficiale BinaryAge.