Lockdown: un antifurto per il vostro MacBook

di Andrea Branca 12

Nome: Lockdown 1.0.6
Categoria: Sicurezza – Licenza: 

Free
Data di rilascio: 05.09.08 – Piattaforma: PPC/Intel

Una delle caratteristiche principali dei prodotti Apple è sicuramente il fatto di rendere il relativo proprietario estremamente geloso e restio a far utilizzare ad amici e parenti il suo ultimo acquisto proveniente dalla casa di Cupertino. Sia che si tratti di un iPhone, di un iPod o di un semplice Apple Remote, infatti, i nostri hardware preferiti sembrano attorniati ad una sorta di aura magica, la quale si traduce presto nella paura di un danneggiamento, di uno smarrimento o di un furto. A questo processo non sfuggono naturalmente nemmeno i vari tipi di MacBook, che se usati in Università o sul posto di lavoro sono sempre sotto gli occhi di estranei e passanti. Ad aiutarci in queste scomode situazioni arriva un software chiamato “Lockdown”, grazie al quale saremo in grado di attivare una sorta di antifurto al nostro portatile, così da poterci allontanare provvisoriamente senza troppi patemi d’animo.

Una volta lanciato ed installato, l’icona dell’applicazione apparirà nella barra di stato di Mac OS X, risultando così immediatamente raggiungibile. Al fine di configurare al meglio il nostro allarme personale, il primo passo da effettuare è quello di portarsi nel menù “Preferences”.
Da qui è possibile modificare la durata della sirena di allarme e il grado di sensibilità relativo ai sensori di movimento integrati nei vari MacBook.

L’antifurto è in grado di scattare come conseguenza di determinati eventi ed operazioni che vengono effettuati sul vostro computer, i quali possono essere attivate grazie all’apposito menù. Potremo decidere di azionare l’allarme nel momento in cui il nostro computer verrà mosso, quando verrà utilizzato il mouse o la tastiera, quando verrà rimosso l’alimentatore di corrente o altri dispositivi esterni oppure se il MacBook verrà chiuso.
Se lo desiderate, inoltre, avrete la possibilità di immortalare il “ladro” grazie alla camera integrata nel vostro laptop. L’immagine potrà poi essere inviata automaticamente ad un indirizzo e-mail preimpostato, così che nessuno potrà dichiararsi innocente.

Quando avrete terminato la vostra impostazione personalizzata, tutto ciò che dovrete fare sarà azionare il comando “Lockdown System” per attivare il vostro sistema di sicurezza. Se qualcuno dovesse far scattare il programma, l’unica maniera per porre fine all’allarme sarà inserire la password da voi inserita precedentemente.

Durante i nostri test Lockdown si è rivelato un ottimo software al fine di proteggere il nostro computer dall’attenzione di curiosi o malintenzionati. Se vi trovate spesso nella situazione di dover utilizzare e lasciare momentaneamente incustodito il vostro MacBook in aree pubbliche, il download e l’utilizzo di questa applicazione può senza dubbio rappresentare un’ancora di sicurezza in più.

Download
Link