Hazel un tool per tenere organizzati i files del proprio Mac

di Nicola Strumia Commenta

Se siete parecchio disordinati come me e scaricate giornalmente files dalla rete, probabilmente avrete anche voi una Scrivania o la cartella Download del vostro Mac assai “incasinata”.
Oggi vi presentiamo Hazel, un piccolo-grande tool che ci aiuta a dare maggiore ordine a questa ed altre cartelle.


Hazel è una estensione di sistema che installa una nuova voce di menu nella barra del Finder (potete nasconderla dal pannello Info), la quale serve per avviare o mettere in pausa velocemente il tool e le sue regole, per accedere rapidamente alle sue preferenze e per consultare la Console in caso di necessità e per verificare tutte le variazioni apportate.

Che compiti svolge Hazel? Hazel provvede a creare delle regole per eseguire diverse operazioni su file e cartelle in modo da mantenere un’organizzazione ottimale dell’ambiente di lavoro sul proprio Mac, per esempio archiviare i file per tipologia, classificarli con diversi colori in base alla data di creazione o eliminare in automatico i file più vecchi di una certa data.

Con Hazel, ad esempio è possibile fare in modo che il cestino venga svuotato (anche in modo sicuro) in automatico dopo un periodo prestabilito, oppure al raggiungimento di una certa dimensione. La funzione “App Sweep” inoltre permette di eliminare completamente qualsiasi traccia lasciata da un’applicazione (ad esempio i files di supporto), quando questa viene trascinata nel cestino.

La vera forza di Hazel però risiede nella capacità di gestire diversi flussi di lavoro (workflow) che possono essere applicati a file o cartelle, un pò come fa Automator.

Possiamo stabile su quali di esse debba agire Hazel attraverso il pannello Folders:


E’ sufficiente infatti selezionare le cartelle che Hazel deve monitorare e programmare per ognuna di esse le operazioni da eseguire. Per ogni azione è ovviamente possibile impostare l’evento o la causa che farà attivare tale azione e anche avere una Preview della regola (pulsantino in stile Quicklook) per valutare quali sono i files interessati.


In conclusione un tool molto utile (per me indispensabile per tenere organizzata la cartella Download in particolare) sul nostro Mac che vale sicuramente l’acquisto. Attendiamo fiduciosi anche la localizzazione in italiano dell’applicazione.

Hazel, versione 3.0.4, pesa 5.2 MB e costa $25, ma è possibile scaricare dal sito di NoodleSoft una versione di prova che permette di testare l’applicazione per un periodo pari a 14 giorni.

Un grazie a Fabio per la segnalazione.