Anteprima di Windows 7

di Tiziano Dal Betto 80

E che non si dica che parliamo sempre e solo di Apple! Oggi invece vogliamo testimoniare i progressi fatti dalla concorrenza, ovvero qualche novità dell’ultimo sistema operativo di Redmond: Windows 7.

Ho scaricato, non senza alcune difficoltà dovute al grande afflusso di curiosi come me, l’ultima versione beta, la build 7000, direttamente dal sito di Microsoft, usando Firefox, perché la pagina di registrazione, guarda caso, con Safari non si apriva.

Non avendo a disposizione altre macchine oltre al mio fido iMac, l’ho installato tramite un popolare sistema di virtualizzazione, VMware Fusion. L’installazione è andata subito a buon fine in un tempo piuttosto breve, soprattutto se raffrontato alle vecchie versioni dei sistemi operativi di Microsoft.

Sinceramente dell’installazione non mi sono molto preoccupato, dato che ero intento a lavorare in un altro dei miei Space di OS X e che Fusion si è occupato di tutto, avendomi chiesto anticipatamente il numero di serie e il nome utente per completare in autonomia il processo di setup.

Ho dovuto utilizzare l’accortezza di dire a VMWare che stavo installando Windows Vista, dato che il supporto studiato appositamente per Seven non è ancora presente… comunque ha funzionato egregiamente.

A prima vista, ho notato un paio di migliorie in questo nuovo prodotto: la prima è una simpatica animazione durante l’avvio, che potrete vedere nel filmato che ho qui sotto riportato.

La seconda è il nuovo dock che ha sostituito la vecchia taskbar. Beh… nuovo si fa per dire, dato che assomiglia parecchio a quello di una vecchia versione di OS X, comunque qualche differenza c’è. Ad esempio le icone non si ingrandiscono quando ci si passa sopra con il mouse. Inoltre, quando le si clicca, lo sfondo ha un gradevole effetto plasma, che a OS X proprio manca…

Ah, quasi dimenticavo… ci sono anche una manciata di sfondi nuovi per il desktop!

Per il resto… beh… sembra proprio Vista. Forse un po’ più leggero. Da notare, la prima cosa che Seven dice all’utente appena avviato è di installare un antivirus… evidentemente sull’argomento sicurezza siamo ancora un po’ indietro…

In ogni caso, ho provveduto a registrare per voi questo piccolo video, in modo che possiate farvi un’idea di quanto sia migliorato rispetto al passato: Steve Ballmer ha motivo di esserne orgoglioso!

Disclaimer: questo articolo ha contenuto ironico. Se vi sentite offesi da quanto esposto, prego, cliccate qui.