Snow Leopard, ecco come prepararsi

di Redazione Commenta

SnowLeopard

Da domani sarà disponibile Mac OS X 10.6 Snow Leopard. Se siete degli entusiasti come il sottoscritto (e tutto il resto della redazione), probabilmente avrete già ordinato la vostra copia lunedì scorso non appena su Apple Store è stato possibile effettuarne il preordine. Ne approfitto per ricordarvi che chi lo ordina entro oggi non dovrà pagare le spese di spedizione.

Alcuni fortunati, hanno già in mano la loro copia, come l’utente giapponese che ha comprato il Mac Mini la scorsa settimana o lo spagnolo che l’ha già ricevuto nella giornata di ieri. Ma come preparasi all’arrivo del nuovo felino domestico di casa Apple?

A questa domanda risponde con un post dettagliato The Apple Blog, fornendo dei consigli che sono validi per qualsiasi tipo di aggiornamento del sistema operativo di un computer della Mela, soprattutto ve verso una release “punto zero” come quella che arriverà a breve nelle nostre case.

Time Machine

Se ancora non l’avete fatto, attivate la Time Machine. Non è un sistema di backup perfetto, tuttavia è un buon punto di partenza. Inoltre, durante l’installazione di Snow Leopard viene offerta la possibilità di importare i propri dati proprio da questa applicazione.

Copia di sicurezza

Usando Carbon Copy Cloner (gratuito) o Super Duper (27 dollari), create una copia avviabile del vostro attuale sistema operativo su un hard disk esterno. Non si sa mai. Se l’installazione di Snow Leopard dovesse andare male e non fosse più possibile recuperare i dati dalla Time Machine, con questo sistema si avrebbe comunque il modo di avviare il computer senza avere perso i propri preziosi dati.

Hacks e bundles

Ci sono plugins o programmi che vanno a modificare il comportamento del sistema operativo o l’estetica del Finder. Rimuoveteli. Già in passato programmi di questo genere hanno causato problemi durante un aggiornamento.

Sincronizzazione

Prima di iniziare il processo di aggiornamento di Snow Leopard, assicuratevi che tutti i vostri gadget, iPhone, iPod, Mobile Me e altri dispositivi siano sincronizzati. E’ sempre meglio avere i propri dati in più copie che perderli tutti in un’unica soluzione.

Aggiornare le applicazioni

Gli sviluppatori hanno a disposizione Snow Leopard già da tempo, per poter produrre delle copie funzionanti dei loro programmi. Molti l’hanno già fatto e versioni aggiornate compatibili con Mac OS X 10.6 sono già disponibili.

L’applicazione AppFresh, attualmente in fase di beta pubblica, consente di aggiornare tutti i software presenti sul proprio Mac in un’unico passaggio.

Pulizia

Col tempo sul proprio disco fisso si accumulano applicazioni di cui non facciamo uso. Questo è il momento migliore per fare pulizia disinstallandole con un programma come AppCleaner (gratuito) o AppZapper (12,95 dollari).

[Via | The Apple Blog]