RAM per Mac a marchio Buydifferent 100% tested, la recensione di TAL

di Andrea "C. Miller" Nepori 38

Le RAM che Apple vende per i propri computer costano troppo. E’ un fatto assodato. Per quanto i prezzi dei Mac siano costantemente scesi nel corso degli ultimi anni, tanto da invalidare il luogo comune sul costo spropositato dei computer di Cupertino, il prezzo del componente più facilmente aggiornabile non ha conosciuto sostanziali ribassi. Nel momento in cui scrivo, aggiungere 4GB di RAM DDR3 1333MHz ad un MacBook Pro (totale 8GB) al momento dell’ordine costa 200€. Per piazzare 16GB di RAM su un iMac BTO bisogna sborsarne 605. Sono prezzi esagerati e totalmente fuori mercato. Questa politica Apple sui prezzi delle RAM ha creato un aftermarket che negli ultimi anni, con l’aumento delle vendite dei Mac, è cresciuto molto.


Uno degli attori italiani più attivi su questo mercato è senza dubbio Buydifferent, store online che vende un ampia gamma di componenti per Mac ma che deve la sua fortuna proprio alla commercializzazione di RAM compatibili con i computer della Mela. Di recente Buydifferent ha annunciato una tornata di investimenti e nuove iniziative, fra le quali il lancio di una nuova linea di “RAM a marchio Buydifferent”, “100% tested”, che costano meno e, almeno sulla carta, offrono le stesse caratteristiche delle RAM delle principali marche internazionali. Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di testare un kit da 8 GB per MacBook Pro mid-2009 (2 moduli da 4GB DDR3 a 1067MHz – disponibili sul sito per 79,90€) e le impressioni sono più che buone.

RAM a marchio Buydifferent

Per prima cosa un po’ di background sulla questione del “marchio Buydifferent”. A quanto si legge sul sito (e più in dettaglio nel comunicato relativo al lancio dell’iniziativa) Buydifferent ha semplicemente iniziato a comprare moduli RAM direttamente alla fonte, eliminando di fatto intermediari industriali che appongono il proprio brand sul modulo di memoria. Con un passaggio in meno a gravare sul processo d’acquisizione Buydifferent può così utilizzare il proprio marchio e abbassare il prezzo per l’utente finale.

La prima cosa che notiamo sui moduli Buydifferent è il nome del produttore: Hynix. Se vi sembra di aver già sentito parlare di questo marchio, è normale: l’azienda sudcoreana fa parte dei fornitori ufficiali Apple (lista completa in PDF) e non è da escludere che delle RAM “originali” Hynix siano montate anche sul Mac che state adoperando in questo momento.

Ma c’è di più. Le RAM a marchio Buydifferent, ci informa il sito, sono testate tutte una ad una (da qui la dicitura “100%” tested) e quelle fallate vengono eliminate direttamente in fase di prova. In questo modo l’eventualità di ricevere moduli difettosi si abbassa drasticamente. Nel caso non vi fidiate comunque, no hay problema: Buydifferent offre la garanzia a vita su tutte le RAM “100% tested” con tanto di ritiro gratuito in tutta Europa.

Alla prova dei fatti, come sono queste RAM marchiate Buydifferent? Beh, offrono esattamente le prestazioni che ci possiamo aspettare da moduli realizzati dallo stesso produttore che rifornisce Apple.
A fini documentali abbiamo in ogni caso scaricato un programmino di benchmark dall’App Store (NovaBench, se qualcuno è interessato) e abbiamo fatto un paio di prove, sul prima e sul dopo. Potete vedere i risultati di seguito:

I punteggi potete constatarli voi stessi, ma come sempre lasciano il tempo che trovano: la vera differenza dell’upgrade si nota nell’uso quotidiano del MacBook Pro. Un maggior quantitativo di RAM influisce fino ad un certo punto sulla “snappiness” del Mac, ma l’effetto, soprattutto nei primi giorni, è abbastanza evidente, soprattutto durante l’uso di applicativi come Bridge e Photoshop.
I test sono stati effettuati su un MacBook Pro Mid-2009 con Snow Leopard 10.6.7 e l’aggiornamento della RAM è funzionale ad una imminente installazione di Lion.
Checché sostenga Apple, e per quanto in tanti vi diranno che un update della RAM non è necessario, OS X 10.7 fatica parecchio con soli 4GB a disposizione (fanno eccezioni i MacBook Air).

Sostituzione della RAM su MacBook Pro

Il montaggio della RAM su un MacBook Pro 13″ mid-2009 (già di quelli con la scocca posteriore unica, senza taglio) è un gioco da ragazzi. Basta seguire le indicazioni fornite direttamente da Apple in questa pagina della Knowledge Base.
In ogni caso il procedimento è di quelli accessibili anche a chi sa a malapena tenere in mano una brugola: basta spegnere il Mac, svitare tutte le viti con il cacciavite adatto (Phillips a stella – Buydifferent ne include uno con il kit di RAM) individuare la RAM e rimuoverla allargando le ganascette di plastica (i moduli “saltano” verso l’altro da soli), re-inserire i nuovi moduli in posizione, richiudere il Mac e riavviare.
Nel MacBook Pro su cui abbiamo sostituito le RAM i due moduli presenti erano a marchio Micron Technology (altro fornitore Apple)¹. Sul mercato trovate queste RAM a marchio Crucial.
Di seguito una galleria fotografica con tutti i passaggi della sostituzione delle RAM.

Conclusione

Come avrete capito, acquistare RAM direttamente da Apple è un’opzione che lasciamo volentieri ai multimiliardari. Per l’utente comune la soluzione migliore è rivolgersi ai rivenditori di moduli compatibili che, come abbiamo visto, nella stragrande maggioranza dei casi provengono dagli stessi produttori presso i quali si rifornisce Apple.
Buydifferent è, fuor di dubbio, una piattaforma da tenere in considerazione per l’acquisto.
Come probabilmente avrete già letto in giro sul Web, e come sicuramente ci ricorderà nei commenti qualche lettore che non avrà avuto la forza di arrivare fin qui nella lettura di questa recensione, a seconda dei periodi e delle fluttuazioni del costo delle RAM sul Web si trovano prezzi ancora più bassi.
Tuttavia Buydifferent promette una garanzia a vita su tutte le RAM (sia quelle 100% tested a marchio personalizzato, sia quelle di altri distributori) e in caso di moduli difettosi si può richiedere la sostituzione immediata. Sono due aspetti che personalmente valgono un piccolo sovrapprezzo rispetto alla concorrenza.

 


Prodotto: RAM per Mac 100% tested – marchio Buydifferent
Prezzo: € 79,90 (il kit da 8GB DDR3 1067Mhz che abbiamo testato)
Dove trovarle: Sito di Buydifferent
Giudizio: 9/10. Sono RAM marchiate dall’azienda ma arrivano dagli stessi produttori che riforniscono Apple. Costano meno di quelle originali e forse un pochino di più rispetto alla concorrenza delle “compatibili” ma ogni singolo modulo è testato prima di essere venduto e c’è la garanzia a vita con ritiro gratuito in caso di difetto (un particolare non da poco).


Avvertenza: da Buydifferent ci hanno comunicato che TNT nei giorni scorsi ha sospeso le spedizioni per il maltempo. Nel caso ordinaste nel corso di questa settimana tenete conto che le consegne potrebbero subire dei ritardi per questo motivo.


Note: ¹. Una macabra coincidenza ha voluto che ci trovassimo a sostituire delle RAM marchiate Micron Technology (produttore di cui mi sarà capitato di parlare forse due volte nella vita) il 4 febbraio, a 24 ore scarse dall’incidente aereo in cui ha perso la vita il CEO della ditta, Steve Appleton.