Hi-Edo, cuffie Bluetooth di Hi-Fun – La recensione di TAL

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

Nel line-up invernale dei prodotti di Hi-Fun debutta il primo modello di cuffie Bluetooth del brand, le Hi-Edo, dal design privo di fronzoli, realizzate in materiali gommosi che offrono un buon comfort e disponibili in varie colorazioni fuori dall’ordinario.
Le abbiamo provate nella versione Verde-Nero e abbiamo scoperto un buon prodotto, dalla qualità audio che può soddisfare anche un orecchio abbastanza allenato, che tuttavia si inserisce in una fascia di prezzo un po’ altina.

Il design delle Hi-Edo è sicuramente il punto forte del prodotto. La definizione “minimalista” che Hi-Fun usa sul proprio sito non mi trova pienamente d’accordo, visti i colori disponibili e la forma dei comandi, piuttosto prominente. Di sicuro le Hi-Edo non hanno fronzoli inutili e sposano bene colori insoliti che contribuiscono a renderle originali rispetto alla nutrita concorrenza.

Sul Bluetooth non c’è molto da dire: la connettività è buona e la compressione di trasferimento non “rovina” l’audio a livelli tali da essere pesantemente percepibile. La distanza massima di trasferimento è di circa dieci metri, ma raramente ci si accorge di questa limitazione della connettività Bluetooth, visto che la distanza massima fra dispositivo e cuffie è, nel 90%, quella che separa la tasca dei pantaloni e le orecchie.

La videorecensione

Qualità del suono

Un aspetto di cui non ho avuto modo di parlarvi nel breve video qui sopra è la qualità del suono.
Le Hi-Edo offrono una buona risposta in frequenza, tipica per questa fascia di prezzo, che forse preferisce un po’ la limpidezza dei bassi. Di certo il suono non è medioso, ma si struttura bene e soprattutto risponde bene alle diverse equalizzazioni, dimostrando il buon “range” di adattamento degli speaker delle due cuffie.

Il suono esce potente senza distorsioni, anche spingendo il volume al massimo. Queste sono cuffie, tanto per capirci, in cui la differenza fra l’mp3 di qualità scadente e il file lossless si sente bene. Non le consiglierei ad un audiofilo ovviamente, come non gli consiglierei nulla in questa fascia di prezzo, però. Anche l’isolamento dai rumori esterni, per quanto non possa essere quello che garantiscono delle cuffie più avvolgenti, è decisamente buono e permette di utilizzarle anche in condizioni di rumorosità elevata (treno, metro, autobus, strada trafficata, ecc…)

Nel complesso l’esame del suono le Hi-Edo lo superano con un’ampia sufficienza e confermano, da questo punto di vista, un buon rapporto qualità/prezzo.

Buona anche la qualità dell’audio in chiamata. L’interlocutore in cuffia si sente molto bene e, a quanto ci hanno detto quelli con cui abbiamo fatto qualche telefonata di prova, anche il microfono fa il suo dovere. Si intuisce che non stiamo parlando vicino al microfono, come se avessimo l’iPhone all’orecchio, ma la nostra voce arriva ben comprensibile e non disturbata dai rumori di fondo.

Qualità dei materiali e comfort

L’arco esterno delle Hi-Edo è realizzato in plastica rigida, dall’aspetto liscio e dalla buona resistenza. La parte interna, quella che va a contatto con la testa, è realizzata invece in gomma morbida. Una buona scelta costruttiva, dato che il materiale gommoso contribuisce al comfort durante l’utilizzo prolungato.

Non mi convince del tutto, invece, la scelta di realizzare con il medesimo tipo di gomma i comandi installati sulla cuffia destra. La posizione della ghiera è intuitiva. Basta un primo sguardo per capire la posizione dei vari pulsanti dopodiché trovare il giusto tasto con le cuffie in testa è un gioco da ragazzi.

Tuttavia la pressione richiesta dai tasti è eccessiva e in alcuni casi (soprattutto quando si premono i tasti volume e avanzamento, che non sono al centro della cuffia) la pressione si trasmette sull’orecchio, la cuffia tende a torcersi un poco lateralmente e non sempre si riesce a premere il punto giusto del tasto, con il risultato che il comando non è immediato.

Un “bravi” alla scelta di replicare anche sulla cuffia sinistra la ghiera dei comandi. Non ha alcuna utilità, ma bilancia molto bene il design dei due auricolari. A Cupertino approverebbero.

Conclusione

Le Hi-Edo sono delle buone cuffie Bluetooth: fanno il proprio dovere in maniera egregia, tengono bene la carica, hanno un design accattivante. Unici nei che mi sento di segnalare sono dunque il materiale con cui sono realizzati i comandi (ma ci si può abituare) e, forse forse, il prezzo.

69,99€ sono nella media per un paio di cuffie senza fili come queste. Se trovate qualcosa a meno è perché la qualità generale è scadente. 70€ per un paio di cuffie non sono pochi e con la stessa cifra, purché siate disposti a rinunciare alla comodità del Bluetooth e “legarvi” al filo (il che fa un bella differenza), le soluzioni con fedeltà un po’ più alta si possono trovare.


Prodotto: Hi-Edo, cuffia Bluetooth– auricolare per iPhone, iPad e altri dispositivi Bluetooth.
Prezzo: 69,99€
Dove trovarle: Hi-Fun-com (5 colorazioni disponibili)
Sito del produttorewww.hi-fun.com
Giudizio: 8/10. Buon prodotto, buon rapporto qualità prezzo e buona qualità del suono. Prezzo un poco alto ma nella media per il tipo di prodotto. La ghiera dei comandi poteva essere realizzata un po’ meglio.