“Wi-Fi Direct” farà concorrenza al Bluetooth. Anche su iPhone?

di Andrea "C. Miller" Nepori 5

wifidirect

La Wi-Fi Alliance ha annunciato ieri le sviluppo di una nuova specifica che faciliterà drasticamente le connessioni Wi-Fi dirette fra dispositivi eliminando la necessità di una connessione tramite hot spot condiviso. “Wi-Fi direct“, questo il nome della tecnologia, consentirà di collegare direttamente due dispositivi abilitati proprio come avverrebbe tramite Bluetooth, ma con velocità di trasferimento dati nettamente superiore e un maggior numero di “features” accessorie.
Poiché Apple fa parte del consorzio “Wi-Fi Alliance” non è azzardato ipotizzare che la tecnologia del Wi-Fi Direct, che sarà pronta per metà 2010, possa arrivare sulle prossime versioni di iPhone e iPod touch.

La velocità di trasferimento maggiorata e l’ampia gamma di possibilità che si aprono ai dispositivi che faranno uso della nuova specifica fanno il paio con il rischio di una drastica riduzione della durata della carica, data la voracità con cui proprio la connessione alle reti wireless consuma la batteria di tutti i dispositivi portatili, iPhone e iPod touch in testa.

Il “Wi-Fi Direct” potrà essere implementato ovviamente su ogni tipo di dispositivo che già oggi supporta la connessione tramite wireless. Pensate alle possibilità che si aprono per stampanti, macchine fotografiche e altri ammennicoli elettronici dotati di funzionalità wireless che potranno teoricamente funzionare e connettersi senza fili ad un computer portatile anche qualora non si fosse in presenza di una rete Wi-Fi che faccia capo ad una base station.

iPhone e iPod touch potrebbero beneficiarne principalmente per la connessione reciproca fra dispositivi, anche se pure in questo caso bisognerà vedere quanto Apple abbia intenzione di “aprire” questo standard sui propri dispositivi.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa della Wi-Fi Alliance.