Snapchat, hacker rubano i dati di 4.6 milioni di account

di Giovanni Biasi Commenta

snapchat hacker

Cattive notizie per gli utenti Snapchat. Un gruppo di hacker anonimi è riuscito a sfruttare un exploit nella sicurezza della nota applicazione di messaggistica per rubare i dati di 4.6 milioni di account, compresi nomi utente e numeri di telefono, e pubblicarli sul sito web, ora offline, snapchatdb.info. Il database, della grandezza di 40 MB nella sua versione SQL (era anche possibile scaricarlo come file CSV), includeva numeri di telefono, nomi utente e informazioni geografiche. 

Per riuscire nell’impresa, gli hacker avrebbero sfruttato un exploit nella sicurezza dell’applicazione che sarebbe stato noto da Agosto, ma nessuno ha fatto nulla per risolvere la situazione. Perché lo hanno fatto? “Per far rendere conto la gente del problema” dell’applicazione, hanno comunicato.

Secondo Forbes, il sito web mandato online dagli hacker informava il pubblico che i dati degli account rubati da Snapchat avrebbero potuto facilmente essere usati per ottenere i nomi utente Facebook o Twitter degli utenti.

State procedendo col download di 4.6 milioni di numeri di telefono e nomi utente. La gente tende a usare lo stesso nome utente in giro per la rete, di conseguenza potrete utilizzare queste informazioni per trovare numeri di telefono associati ad account Facebook e Twitter, o semplicemente ottenere i numeri di telefono delle persone con cui volete entrare in contatto.

Se può consolarvi, gli hacker hanno informato di aver censurato le ultime due cifre dei numeri di cellulare, per minimizzare spam e abusi.

Ma c’è un modo per verificare se il proprio account è stato compromesso? Sì, grazie a qualche volenteroso programmatore. Accedendo qui o qui ed inserendo il vostro nome utente Snapchat o il vostro numero di telefono, potete facilmente vedere se fate parte dei 4.6 milioni di account compromessi oppure no. Il leak, ad ogni modo, dovrebbe riguardare solo specifiche parti dell’America, quindi dovremmo essere salvi.

Ma voi controllate, che non si sa mai.

via | iDownloadBlog