Samsung: la causa di Apple non ci preoccupa

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

samsung vs apple

Samsung non è affatto preoccupata per le sorti della causa legale che la contrappone ad Apple in California, scaturita da una denuncia per “plagio” da parte dell’azienda di Cupertino. Lo ha rivelato J.K. Shin, Capo di Samsung Mobile, al Wall Street Journal, che pubblica il commento del dirigente coreano in un articolo dal tempismo perfetto. Giusto ieri la causa che contrappone le due aziende è tornata a far discutere a seguito della “curiosa” richiesta degli avvocati di Samsung, che vorrebbero poter analizzare in anteprima i prossimi dispositivi iOS di Apple.

“Continueremo a lavorare con Android”, ha detto Shin nell’intervista fornita ai giornalisti del WSJ, prima di aggiungere che “Samsung non ha copiato il design di Apple. Abbiamo utilizzato molti design simili in passato e le accuse di Apple non ci daranno problemi legali”. Shin ha infine suggerito che l’azione legale potrebbe cresce d’intensità, lasciando intuire che nel caso non si dovesse raggiungere un accordo extragiudiziale Samsung non sarebbe spaventata dal dibattimento.

La causa fra Apple e Samsung è interessante per vari motivi. In primo luogo è più o meno la prima nel suo genere a coinvolgere direttamente Apple e un diretto concorrente (praticamente l’unico, per altro, ad aver reso disponibile un anti-iPad come il Galaxy Tab in tempi ragionevoli). Ma soprattutto nasconde parecchie implicazioni secondarie derivanti dal fatto che Samsung, mega conglomerata che produce praticamente qualsiasi tipo di prodotto elettronico, è uno dei principali fornitori dell’azienda di Cupertino.

L’impressione è che i margini per una trattativa fra le due aziende non ci siano. Apple è sicuramente determinata ad andare fino in fondo, mentre Samsung non ha alcuna intenzione di ammettere che l’ispirazione per i propri dispositivi (probabilmente una delle ragioni del loro successo) arriva direttamente da iOS.