Samsung annuncia Milk Music, nuovo servizio di streaming musicale

di Giovanni Biasi Commenta

samsung milk music

In modo piuttosto inaspettato, qualche ora fa Samsung ha annunciato il suo nuovo servizio di streaming musicale, chiamato Milk Music. Si tratta di una piattaforma che appare da subito molto simile a iTunes Radio, e vorrà presumibilmente costituirle il rivale diretto: anche questa, infatti, sarà disponibile solo su dispositivi Samsung Galaxy, e sarà basata sulle preferenze dell’utente. Non ci sarà alcuna pubblicità. 

CNET, intanto, in queste ore ha pubblicato le dichiarazioni di Daren Tsui sul nuovo servizio musicale made in Corea:

Milk, almeno per il momento, è disponibile solo per gli acquirenti di un dispositivo Samsung Galaxy. E per ora è disponibile solo negli Stati Uniti, in modo simile a come ha fatto Apple con iTunes Radio.
“Conoscendo Samsung, ci sono alte probabilità” che la disponibilità del servizio venga ampliata internazionalmente, ha affermato Daren Tsui, vice presidente della divisione musicale del Media Solutions Center America di Samsung.

La compagnia non sa ancora se Milk verrà offerto di base sui suoi nuovi dispositivi, e secondo Tsui Samsung potrebbe addirittura pensare di espandere il servizio ad altre piattaforme. “Bisognerà vedere se sarà un successo o no”, ha affermato. Ma senza pubblicità e senza vendite da analizzare, per il momento è difficile pensare a una ragione per cui Samsung dovrebbe rendere il servizio disponibile a tutti.

Di Milk Music, per ora, si sa che avrà oltre 200 stazioni basate sul genere musicale, e una libreria di oltre 13 milioni di brani. Che non è al livello dei 20 milioni e oltre al momento nel database di alcuni servizi concorrenti, ma per cominciare è sempre qualcosa.
Qui sotto intanto vi alleghiamo un video di uno dei primi hands-on del servizio.

E voi cosa ne pensate? Riuscirà a competere con altre piattaforme musicali del calibro di Pandora, Spotify, iTunes Radio e Rdio? E anche Amazon, intanto, pare stia lavorando al proprio servizio musicale per gli abbonati Prime…

via | iDownloadBlog