Psystar vuole certificare PC compatibili con Mac OS X

di Andrea "C. Miller" Nepori 4

Ogni volta che pare aver toccato il fondo, la bancarottiera Psystar sembra mettersi d’impegno per dimostrare che al peggio non c’è mai fine. L’ultima idea dell’azienda di cloni Mac con sede in Florida, è quanto meno stupefacente: l’avvio di un sistema di certificazione OEM per tutti i produttori di PC che decideranno di adottare la tecnologia sviluppata da Psystar per l’installazione di Mac OS X su normali Personal Computer.

In pratica i produttori che decideranno di aderire (e pagare) potranno installare sui propri PC la tecnologia di virtualizzazione utilizzata dall’azienda, che permetterà di installare Snow Leopard su quei computer, garantendosi -udite udite- il bollino “Psystar Certified”.

Inutile dire che questa scelta non potrà che far fumare le orecchie all’ufficio legale di Cupertino anche se non sappiamo quanto essa possa essere considerata un’aggravante nella disputa legale che contrappone Apple e Psystar. La prima udienza in tribunale si terrà a gennaio del 2010 e salvo nuove denunce o revisioni dell’accusa, quest’ultima furberia di Pedraza e soci non entrerà a far parte dei misfatti contestati dai legali della Mela.

Proprio per questo l’impressione è che Psystar, che sicuramente fra spese legali e costi accessori legati alla causa in corso con Apple non se la passa troppo bene, abbia deciso di buttarsi a capofitto in quest’altra improbabile impresa per riuscire a fare cassa il più possibile prima che un giudice possa finalmente porre fine alla vicenda dando ragione ad Apple (sebbene questo non sia un risultato del tutto scontato).

Adesso rimane da capire quale azienda seria che produce PC possa trovare conveniente il pagamento di una somma in cambio di una certificazione da parte di Psystar, azienda finita già in bancarotta e invischiata in una diatriba legale con un gigante del settore informatico proprio in relazione alla tecnologia che vorrebbe concedere in licenza.

Qui trovate il comunicato stampa di Psystar.

[via]