Previsioni NPD: 2,9 milioni di Mac venduti nel Q2-10

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino il 2010 si prospetta come un anno assai positivo per le vendite dei computer Apple. I primi dati preliminari diffusi da NPD Group e ripresi ieri da Gene Munster di Piper Jaffray mostrano una sensibile crescita per i primi due mesi del 2009. Le vendite dei Mac a febbraio sono salite del 43% anno su anno, mentre a gennaio la crescita è stata del 36% rispetto allo stesso mese del 2009.

Se i numeri preliminari di NPD verranno confermati le unità di computer Mac vendute nel secondo trimestre fiscale 2010 potrebbero ammontare a 2,8 o 2,9 milioni.

La vera sorpresa che emerge da questi dati sono le vendite di iPod, salite del 7% nel corso dei primi due mesi del 2010. Una crescita inattesa per il player multimediale di Apple, la prima da più di un anno a questa parte.

Nonostante Apple non abbia mai davvero sofferto la recessione, il barlume di miglioramento dell’economia americana può aver aiutato le vendite dei Mac. Il vero fattore trainante potrebbe però essere più semplicemente il calo dei prezzi generale sull’hardware Apple rispetto ad un anno fa, stimato da NPD intorno al 10%.

I risultati di questo secondo trimestre fiscale non potranno battere il record assoluto del Q1-10 (che comprendeva le festività natalizie) durante il quale Apple ha venduto 3,36 milioni di Mac. Tuttavia se venissero confermati i dati di NPD l’inizio dell’anno solare sarebbe più che positivo e il 2010 potrebbe davvero candidarsi a divenire “l’anno del Mac”, come lo ha definito Gene Munster. L’analista di Piper Jaffray, sulla base di questi ultimi dati, rinnova le rosee previsioni anche per il titolo AAPL, con un prezzo obiettivo annuale di 284$.

[via | Photo Credits]