Nuovi MacBook Air più sottili alla WWDC 2016

di Lorenzo Paletti Commenta

Apple starebbe preparando il lancio di una nuova generazione di MacBook Air per la WWDC del 2016, con un nuovo formato (i 15 pollici) e uno spessore ridotto grazie a nuove componenti hardware.

macbook_airs_2015

Apple si starebbe preparando a lanciare una nuova generazione di MacBook Air durante la WorldWide Developer Conference del prossimo anno. A scriverlo è il non sempre affidabile Economic Daily News di Taiwan. Se Apple non cambia il suo comportamento storico, la WWDC si terrà il prossimo giugno a San Francisco. Questo significa che questi nuovi MacBook Air potrebbero arrivare sul mercato nel corso del terzo trimestre del 2016 (tra luglio e settembre).

Il nuovo MacBook Air dovrebbe avere un design più sottile rispetto a quello attualmente scelto da Apple per il suo computer di grande successo, ed essere presentato in due varianti da 13 e 15 pollici. Non è chiaro se sarà ancora disponibile una variante da 11 pollici, ma è anche possibile che Apple desideri pensionare questa piccola taglia in favore di iPad Pro, iPad Air e del nuovo MacBook, che a meno di qualche pollice si trovano nella stessa categoria in termini di dimensioni del display.

Il nuovo design più sottile sarebbe permesso da un nuovo hardware completamente ridisegnato (magari ispirato a quello del nuovo MacBook da 12 pollici?) e l’azienda di Cupertino si starebbe attualmente accordando con i fornitori di componenti per avviare la produzione durante i prossimi mesi.

MacBook Air sembrava destinato al pensionamento, considerato che Apple non ne modificava il design da anni e aveva scelto di non introdurre un Retina Display sul suo computer di maggiore successo. Sembrava che Apple puntasse a MacBook Pro e al nuovo MacBook da 12’’ per il suo futuro, ma l’arrivo di una nuova generazione di MacBook Air, se dovesse essere confermata, potrebbe riaccendere le speranze per un Retina Display sul sottilissimo MacBook di Cupertino.

Purtroppo dovremo aspettare ancora qualche mese per dire con certezza se la notizia è vera. Oppure attendere che qualche fonte più affidabile dell’Economic Daily News confermi la voce di corridoio.

[via]