MacBook Pro Retina: lo speed-bump aumenta le performance del 3-5%

di Lorenzo Paletti Commenta

geekbench_retina_mbp_early_2013_15

La scorsa settimana, con una mossa inaspettata, Apple ha aggiornato la sua linea di portatili. Oltre ad un calo di prezzo, è arrivato anche un leggero speed bump per la gamma di MacBook Pro. Primate Labs ha studiato i benchmark dei nuovi computer e scoperto che le nuove performance non sono particolarmente migliori delle precedenti.

Non si tratta di una grande sorpresa, anche considerato che l’aggiornamento in termini di hardware non è stato affatto sostanzioso. Il MacBook Pro con Retina Display da 15” ha ricevuto, in tutte e tre le varianti in cui è venduto, un aumento di 100MHz per quanto riguarda processore. Scrive Primate Labs:

Una delle cose che dobbiamo sottolineare è il nuovo Retina MacBook Pro di fascia media, che ha un processore con la stessa velocità del vecchio MacBook Pro Retina top di gamma. Ad ogni modo, il nuovo modello intermedio è leggermente più lento di quello della vecchia generazione. Questo potrebbe sorprendente ad una prima occhiata, ma la differenza può facilmente essere spiegata comparando i due processori: il vecchio processore ha una cache maggiore di quello di fascia media odierno.

Per quanto riguarda il modello da 13 pollici, lo speed bump da 100MHz ha interessato le configurazioni di fascia alta con memoria da 256GB o superiore. Anche in questo caso, come nel precedente, si è registrato un aumento di performance compreso tra il 3 e il 5 percento.

geekbench_retina_mbp_early_2013_13

I MacBook Pro con Retina Display di Apple sono probabilmente destinati a diventare gli unici portatili pro messi in vendita da Cupertino. Mentre ci spostiamo verso quella che sembra una transizione impossibile da fermare verso gli schermi ad altissime risoluzioni (il Chromebook Pixel di Google ne è l’ultima dimostrazione), le voci delle ultime settimane dicono che Apple potrebbe anche aggiornare la gamma di MacBook Air durante il terzo trimestre.

[via]