Le spese miliardarie della tecnologia di Apple

di Lorenzo Paletti Commenta

iphone-5s-5c-03

Apple spende un sacco di soldi per sviluppare la tecnologia che vediamo marchiata con la mela morsicata sugli scaffali dei centri commerciali e dei negozi di elettronica. Ci sono però altre spese, fondamentali per Cupertino, che riguardano l’acquisto di macchinari necessari per la produzione di iDevice, Mac e accessori.

Bloomberg sostiene di avere dati diretti riguardanti i piani di pesa di Apple per i prossimi anni. Il giornale, generalmente attendibile, sostiene che Cupertino avrebbe stimato di spendere la bellezza di 10,5 miliardi di dollari nel prossimo futuro per l’acquisto di laser, robot, e macchinari di ultima generazione:

Apple sta spendendo più sulle macchine che fanno il lavoro dietro le quinte nelle catene di produzione di iPhone, iPad e altri gadget. Questo include l’equipaggiamento necessario a lucidare la plastica colorata di iPhone 5c, i laser e le macchine di lavorazione che scavano il corpo di alluminio dei Macbook, e la tecnologia per il test delle lenti delle fotocamere di iPhone e iPad.

Cormac Eubanks, direttore dell’industrial design di Frog Design, spiega che la maggior parte del design e della progettazione dei dispositivi di Apple avviene nel campus di Cupertino:

La maggior parte delle compagnie assume una azienda specializzata in design per creare il rendering del prodotto, lancia il dispositivo oltre la Grande Muraglia, e poi lascia che siano gli ingegneri cinesi a fare il lavoro ingegneristico di precisione. Quello che Apple fa è più difficile, e richiede soldi a lavoro.

E siccome i device sono disegnati da Apple, in California sono necessari macchinari specifici per lavorare i materiali nella maniera in cui Ive e il suo team se li sono immaginati. Tra le spese più interessanti che Apple avrebbe acquistato nell’ultimo periodo ci sarebbero anche:

  • Un cubo ruotante per verificare il funzionamento corretto del giroscopio di iPhone 4.
  • Una nuova tecnica per la laminazione dei display inserita nell’iMac lanciato lo scorso anno.
  • Un nuovo modo per applicare coperture anti-riflesso ai display dei MacBook.

[via]