Jeff Williams è il nuovo COO di Apple

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Apple ha di nuovo un Chief Operating Officer, dopo che Tim Cook, nel 2011, aveva lasciato il ruolo (almeno sulla carta) per diventare CEO dell'azienda. Il nuovo COO è Jeff Williams, il braccio destro di Cook che da 12 anni a questa parte si occupa delle operazioni. Altri movimenti di dirigenti interni, nuovi compiti per Phil Schiller e un'assunzione dall'esterno completano il quadro di questa revisione dei ranghi pre-natalizia.

Jeff-Williams

Johny Srouji è l’altro nome importante del giorno. Il vice presidente Hardware Technologies ricopre il suo ruolo in Apple da 8 anni. E’ l’uomo chiave che ha creato e diretto i team che si occupano di alcuni dei principali aspetti dell’hardware di Cupertino. Ha iniziato la sua carriera a Cupertino nel 2008 per guidare lo sviluppo del primo chip A4 di Apple.

“Siamo fortunati ad avere un’incredibile ampiezza e scelta di talenti in tutto il team dirigenziale Apple. Nell’avvicinarci alla fine dell’anno, abbiamo deciso di riconoscere i contributi già forniti da due dirigenti chiave,” ha detto Tim Cook in un commento alla notizia. “Jeff [Williams] è senza dubbio il miglior dirigente nel settore delle operazioni con cui io abbia mai lavorato, e la squadra di Johny realizza preogetti di silicio di classe mondiale che permettono nuove innovazioni nei nostri prodotti, anno dopo anno.”

 

Nuovo ruolo anche per Phil Schiller, che prenderà in carico la responsabilità di guidare l’App Store, in tutte le sue versioni per tutti i dispositivi Apple, da iOS, al Mac per arrivare alla Apple TV.
“Con l’aggiunta della responsabilità sull’App Store,” si legge nel comunicato ufficiale di Apple,  “Phil Schiller si concentrerà su strategie volte ad ampliare l’ecosistema che i clienti Apple hanno imparato ad amare usando i loro iPhone, iPad, Mac, Apple Watch e Apple TV.  

Il nuovo assunto si chiama Tor Mhyren e ricoprirà il ruolo di Vice President Marketing Communications. Riporterà direttamente al CEO Tim Cook. Arriva da Grey Group, dove ha ricoperto il ruolo di direttore creativo e presidente della divisione newyorchese dell’azienda. Succederà nel suo ruolo ad Hiroki Asai, veterano Apple che ha scelto di andare in pensione il prossimo anno dopo 18 anni al servizio dell’azienda.