iPhone ruba utenti a Facebook. I teenager usano Snapchat, e Zuckerberg lo vuole

di Lorenzo Paletti Commenta

art_snapchat-620x349

Vi sentite giovani perché utilizzate Facebook? Sembra che i veri giovani di oggi vedano Facebook come voi vedete LinkedIn. Un posto palloso dove non c’è divertimento. Sono applicazioni mobili del calibro di Instagram e Snapchat ad attirare veramente il pubblico giovane, a discapito del social network di Mark Zuckerberg.

Se iPhone rappresenta, da un lato, l’innegabile opportunità che ha Facebook di monetizzare tramite inserzioni pubblicitarie, dall’altro lato pare che proprio applicazioni nate su iPhone e Android possano mettere i bastoni tra le ruote ai programmi di espansione del social network più utilizzato al mondo.

A confermare le paure di Facebook è prorpio il CFO dell’azienda, David Ebersman, che spiega:

Abbiamo visto una diminuzione nel numero di utenti quotidiani, soprattutto tra i più giovani.

I dati, registrati da GlobalWebIndex in 32 mercati, mostrano che il numero di teenager che utilizza Facebook è calato al 56% nel terzo trimestre del 2013, rispetto al 76% registrato nel primo trimestre dello stesso anno.

Dove si stanno spostando tutti questi utenti? Su servizi mobili disponibili su iPhone e sul sistema operativo mobile di Google: WeChat, Instagram e Snapchat.

I dati di GlobalWebIndex illustrano che WeChat ha avuto una crescita tra gli utenti tra i 16 e i 19 anni del 1021%. Altri grandi numeri li ha segnati anche Vine, il servizio di Twitter per la condivisione di brevi video da sei secondi, e l’applicazione mobile Flickr. Gli utenti di Vine sono aumentati del 639%, mentre quelli dell’app mobile di Flickr sono cresciuti di 254 punti percentuali.

A battere tutti, però, è Snapchat. Secondo GlobalWebIndex il 10% di tutti i teenager starebbe utilizzando l’applicazione che permette di condividere fotografie ad orologeria, pronte a sparire dopo pochi secondi che sono state visualizzate. Snapchat ha visto una crescita magigore di Pinterest, Vine, WeChat e dello stesso LinkedIn.

Persino Facebook Messenger sta registrando un aumento negli utenti (86%), contrariamente al generico servizio Facebook, che ha visto un calo di utenti, nel settore teenager, del 17%.

Forse anche per questa ragione Mark Zuckerberg ha di recente contattato i due fondatori di Snapchat, offrendosi di acquisire la loro compagnia in cambio di tre miliardi di dollari. Tre miliardi che Snapchat ha prontamente rifiutato, convinta di potere fare persino meglio di quanto registra ora.

[via]