Il keynote della WWDC sarà trasmesso in diretta

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Sono finiti i tempi in cui si tirava ad indovinare fino all'ultimo minuto sulla disponibilità della diretta di un evento Apple. L'azienda ha già confermato, con largo anticipo, che trasmetterà in streaming il keynote della WWDC, previsto per il prossimo lunedì, 8 giugno, alle 19.00 ora italiana.

Vuoi perché la Apple TV si prepara a giocare un ruolo fondamentale nella nuova strategia digitale di Cupertino, vuoi perché la Apple di Tim Cook sta diventando sempre più aperta e PR-friendly (ma non in tutto il mondo), il risultato è anche questo: il keynote inaugurale della WorldWide Developer Conference verrà trasmesso in diretta streaming, come già avvenuto per l’ultimo evento di lancio dell’Apple Watch. L’appuntamento è per lunedì 8 giugno alle 19, ora italiana.

wwdc2015keynote

La conferma per adesso arriva solo dai possessori di Apple TV, che hanno visto comparire lo splash screen dell’evento nel canale dedicato. Nei prossimi giorni, con ogni probabilità, verrà aggiornata anche la pagina Web del sito Apple per rimandare allo streaming dell’evento.

Il prossimo lunedì 8 giugno Tim Cook e soci saliranno sul palco del Moscone Center di San Francisco per presentare una serie di interessanti novità. Vedremo svelati OS X 10.11 e iOS 9, nonché l’atteso servizio musicale in streaming, nato dall’acquisizione di Beats Music, con cui Apple punta a riguadagnare terreno nel settore dominato da Spotify. Se dei due nuovi sistemi operativi vedremo solo delle anteprime, non è da escludere che il servizio in streaming di Apple possa essere disponibile invece da subito o nel breve, integrato in un aggiornamento di OS X Mavericks e iOS 8.

La WWDC sarà anche l’occasione per fare il punto sull’Apple Watch, magari con l’annuncio di una seconda tornata di lancio nei paesi (come l’Italia) in cui manca ancora una data di disponibilità del prodotto.

Non va dimenticato, in ogni caso, che quella di San Francisco sarà una conference dedicata agli sviluppatori. Come tale sono improbabili annunci hardware di particolare rilievo, mentre il grosso delle novità riguarderanno il software.