Il CEO di Sony Music conferma Apple Music in anticipo

di Lorenzo Paletti Commenta

Il CEO di Sony Music, Doug Morris, conferma in anticipo il lancio di Apple Music, il servizio di streaming musicale a pagamento di Apple che sarà ufficialmente annunciato questa sera alla conferenza di apertura della WWDC 2015.

doug_morris_midem

La conferenza con la quale si aprirà la WWDC 2015 è solo a poche ore di distanza, ma l’uomo a capo di Sony Music ha già confermato una delle novità che Tim Cook presenterà questa sera: Apple Music.

Doug Morris si trovava a Cannes per il Midem Music Industry Festival, e ha confermato l’introduzione di Apple Music prevista per questa sera. diverse fonti avevano indicato che il servizio sarebbe stato presentato al mondo durante la conferenza della WWDc, ma quella di Morris è una conferma autorevole che arriva direttamente da una delle parti in gioco nel servizio musicale di Apple.

Morris è anche stretto amico di Jimmy Iovine, uomo a capo di Beats Music, sulla quale Apple Music dovrebbe basare la propria tecnologia. A riportare la notizia è VentureBeat:

“Succederà domani”, ha detto Morris durante l’intervento al Midem di Cannes incentrato sulla sua carriera nell’industria musicale. Uno dei punti cruciali della sua carriera è stata la collaborazione durata per 37 anni con Jimmy Iovine, che è ora a capo del servizio musicale di Apple dopo l’acquisizione, costata 3 miliardi di dollari, di Beats. Sottolineano il ruolo di Iovine nell’industria musicale, Morris ha detto che lo sente almeno due volte al giorno per via telefonica. Morris ha anche detto che la mossa di Apple di assumerlo è stata intelligente.

Morris non ha rivelato altri piani riguardanti il servizio, che dovrebbe essere disponibile solo sotto forma “premium” dietro il pagamento di un abbonamento mensile di 10 dollari. Apple Music (questo il nome del servizio) dovrebbe anche offrire tre mesi di prova gratuita. Morris non ha parlato di iTunes Radio, ma ha detto che l’introduzione di Apple Music, e l’ingresso di Apple nel settore della musica in streaming a pagamento, servirà a dare una spinta in avanti a questo mercato.

[via]