Google Glass: compatibilità totale con iPhone in arrivo mentre si scoprono funzioni nascoste

di Lorenzo Paletti 2

google-glass1

Google Glass, gli occhiali del futuro che Google intende lanciare sul mercato entro la fine dell’anno, sono ora nelle mani di alcuni fortunati sviluppatori. Questi hanno avuto modo di scoprire che alcune funzioni, come la lettura dei messaggi e la navigazione satellitare, non funzionano se i Glass sono collegati ad un iPhone. La situazione dovrebbe cambiare entro breve.

Ovviamente sono i dispositivi Android ad avere il massimo supporto in questo momento, ma Google assicura che entro breve anche il collegamento tramite WiFi o Bluetooth con iPhone permetterà di accedere a quella che viene definita come una killer app per Glass, vale a dire la navigazione turn-by-turn.

Nel frattempo i developer stanno creando le prime app che faranno felici gli stalker di tutto il mondo. Uno di questi developer ha creato una app per Glass, chiamata Winky, che permette di scattare una fotografia quando si fa l’occhiolino. Il software utilizza delle funzioni di Glass non annunciate da Google e nascoste nel codice, tra le quali compare anche una feature che permette a Glass di riconoscere quando un utente sta ammiccando chiudendo un solo occhio.

Mike DiGiovanni, il developer dell’applicazione, ha spiegato ad ArsTechnica:

Sono finito a lavorare su del codice per i servizi di Google e ho approfondito il mio studio. Ho scoperto che la gesture dell’ammiccamento è disattivata di default, e sembra che solo le build per gli ingegneri o di test l’avessero attivata.

Google, che sponsorizza i Glass sottolineando che si tratta di un ottimo modo per non mettere in pausa la propria vita quando si utilizza un computer, richiede fino ad ora che, per scattare una fotografia, si domandi a voce: Glass, scatta una fotografia. Questo, secondo DiGiovanni, è un ottimo modo per mettere in pausa la propria vita (e per farsi scoprire).

[via]