Google brevetta la risposta automatica ai messaggi

di Lorenzo Paletti 1

google-auto-reply-640x480

Google Now era il sogno di Brin e Page quando hanno fondato Google. Un motore di ricerca che fosse in grado di dare informazioni ad un utente senza che questo avesse bisogno di cercarle. C’è ancora strada da fare, in quel settore, ma la compagnia di Mountain View continua a lavorare su nuove idee. La prossima? Rispondere automaticamente ai messaggi.

Sì, perché se non avete voglia di rispondere ad una mail o un SMS che può farvi perdere tempo, Google ha la soluzione. Almeno in un brevetto recentemente depositato presso lo US Patent and Trademark Office. L’idea è quella di creare un sistema in grado di rispondere automaticamente ad un messaggio, ma non in maniera impersonale come un classico do-not-reply.

Ecco come funziona l’idea: Google vuole l’accesso a tutti i vostri social network, SMS e account per la messaggistica istantanea (se così non fosse, non sarebbe Google). Quindi studia le risposte e i messaggi che avete inviato e ricevuto in passato. Quando un nuovo messaggio vi viene spedito, il sistema è in grado di studiare quale sia, in base al contenuto del messaggio e la persona che lo ha mandato, la migliore risposta. A questo punto Google offrirebbe tre opzioni: inviare immediatamente la risposta senza mostrarvela, inviare la risposta richiedendo prima una conferma, o semplicemente cancellare la risposta per permettervi di scriverne una personalizzata.

Il sistema sarebbe in grado di studiare diversi tipi di interazione, passando dai Like su Facebook ai pollici versi di YouTube. Se il Moto X è già in grado di riconoscere quando si trova su un’auto in movimento, attivando a pieno regime il sistema di riconoscimento vocale, il passo successivo potrebbe essere di avere un telefono che risponde automaticamente per noi.

[via]