Gli sviluppatori di Apple Watch potranno eseguire screenshot con iOS Simulator

di Lorenzo Paletti Commenta

Gli sviluppatori di Apple Watch potranno pubblicare le loro app con screenshot raccolti tramite iOS Simulator, e non con un Apple Watch. Almeno per il momento.

Apple-Watch-Evento-9-marzo-21.05.37Apple

Apple ha modificato in queste ore il regolamento che permette ad uno sviluppatore di inviare la sua app per Apple Watch su App Store. Gli screenshot che dovranno accompagnare l’applicazione su App Store potranno non essere scattati direttamente da un Apple Watch, ma raccolti usando il simulatore di iOS.

Il cambiamento può essere osservato nella iTunes Connect Developer Guide, e potrebbe essere il risultato delle preoccupazioni di diversi sviluppatori. Prima dell’aggiornamento eseguito lo scorso 13 marzo, la sezione del regolamento riguardante Apple Watch riportava questo testo:

Gli screenshot devono essere creati usando Apple Watch, non iOS Simulato.

Sono però pochissimi gli sviluppatori che hanno avuto accesso ad Apple Watch, e si tratta di grandi aziende che hanno potuto mettere mano sul dispositivo di Apple in anticipo in un segretissimo laboratorio di Cupertino. Questa politica (secondo la quale solo gli screenshot eseguiti su Apple Watch sarebbero stati accettati) avrebbe quindi bloccato moltissimi sviluppatori proprio nei giorni di lancio del dispositivo.

Apple non accetta ancora applicazioni create tramite WatchKit, ma gli sviluppatori potranno sfruttare il simulatore di iOS di Xcode per creare gli screenshot che saranno mostrati su App Store in corrispondenza delle loro applicazioni.

È probabile che Apple ritocchi nuovamente le linee guida alcuni giorni dopo il lancio di Apple Watch. Gli sviluppatori, dopo il lancio di Apple Watch previsto per il 24 aprile, dovranno probabilmente acquistare un dispositivo, testare le loro applicazioni direttamente sullo smartwatch di Cupertino, e generare gli screenshot necessari alla pubblicazione su App Store dall’hardware del device.

È fondamentale che Apple Watch ottenga il supporto di sviluppatori di terze parti, soprattutto in questo momento di lancio in cui lo smartwatch di Apple si trova a fronteggiare Pebble e i dispositivi Android Wear privi di un reale supporto ad iOS.

[via]