Apple Watch | Tutte le novità di watchOS 2

di Giovanni Biasi 1

Tra le novità principali della nuova versione del sistema operativo pensato per Apple Watch troviamo la possibilità di sviluppare applicazioni native per il device, oltre a una vasta serie di nuove funzioni e caratteristiche.

watchos 2

È Kevin Lynch, sul palco della WorldWide Developers Conference 2015, ad annunciare le novità riguardanti watchOS. La nuova versione del sistema operativo pensato per Apple Watch, watchOS 2, permetterà al dispositivo di ospitare per la prima volta applicazioni native, e offrirà diverse nuove caratteristiche e funzionalità. Vediamo un po’ quali sono con una comoda lista, qui sotto.

  • Aggiunte nuove funzionalità per il quadrante di Apple Watch: adesso, oltre all’orario, è possibile visualizzare una foto o un album di foto che faccia scorrere automaticamente i propri elementi;
  • Aggiunta la possibilità, per gli utenti, di creare le proprie Complicazioni e mostrarle sul display (es.: l’orario di un volo, i risultati sportivi di una determinata squadra e così via);
  • Time Travel, funzionalità che permette, semplicemente ruotando la Corona Digitale, di controllare le informazioni nel futuro. Volete conoscere il meteo di Roma per le prossime otto ore? Semplice: girate la Corona otto ore avanti, e le informazioni si aggiorneranno di conseguenza;
  • Grazie alla Nightstand Mode, Apple Watch diventa come una sveglia da comodino. È possibile utilizzare i tasti posizionati sul lato del dispositivo per gestire le sveglie;
  • Introdotto FaceTime Audio;
  • È ora possibile rispondere alle email utilizzando Siri (come si fa con i Messaggi);
  • Salute e Fitness, le app ora possono essere usate direttamente su Watch senza bisogno di un iPhone (introdotti inoltre degli Achievement per gli obiettivi raggiunti);
  • Supporto a Wallet;
  • Supporto alle informazioni sul trasporto pubblico di Mappe;
  • Possibilità di utilizzare HomeKit e controllare la casa direttamente da Apple Watch;
  • Siri può ora mostrare informazioni provenienti da app di terze parti.

Non sono mancate anche le novità per gli sviluppatori: grazie alla possibilità di realizzare app native per Apple Watch, i developer avranno modo di creare applicazioni più intuitive, veloci e facili da utilizzare, avendo accesso immediato a tutte le funzionalità del dispositivo (microfono, accelerometro, Taptic Engine e così via…).

Parlando di tempi di rilascio, la beta di watchOS 2 per gli sviluppatori è disponibile da oggi, mentre la versione pubblica sarà lanciata gratuitamente durante l’autunno.