Apple VS Samsung: Cupertino può chiedere il blocco di 26 dispositivi coreani

di Lorenzo Paletti 1

Samsung-vs-Apple-BT

Con una decisione che è diventata definitiva nelle scorse ore, la United States Court of Appeals del Federal Circuit ha dato ad Apple una nuova occasione per cercare di bloccare le vendita dei dispositivi Samsung che violano i brevetti di Cupertino.

La decisione ha annullato quanto precedentemente sostenuto dal giudice Lucy Koh, che ha seguito l’intera vicenda Apple VS Google, e apre le porte alla richiesta di una ingiunzione riguardante 26 dispositivi dell’azienda coreana che sono stati prodotti violando brevetti registrati da Apple. È senza dubbio che gli avvocati di Cupertino non si faranno sfuggire questa occasione d’oro per tirare un’altra stoccata a Samsung.

La US Court of Appeals ha rinviato il caso al giudice Koh. Ora Apple non dovrà più dimostrare che i suoi brevetti erano l’unica ragione per quale gli utenti hanno acquistato i dispositivi di Samsung, ma è sufficiente che gli avvocati di Cupertino convincano la giuria che esistono collegamenti tra le caratteristiche descritte nei brevetti e le vendite di Samsung.

Sembra quindi molto più semplice di prima riuscire ad ottenere il blocco della vendita di questi dispositivi negli Stati Uniti. Questo è solo l’ultimo risolvo nel caso Apple VS Samsung che in questi giorni ha ripreso le prime pagine dei blog di settore.

Alcuni dirigenti Apple, tra cui il noto Senior VP per il Marketing Phil Schiller, hanno infatti preso posto sul banco dei testimoni nel corso di nuove sedute del processo durante le quali sarà delineata la somma che Samsung dovrà pagare a Cupertino per avere violato i suoi brevetti. Mentre Apple conta di incassare circa 400 milioni da Samsung, la compagnia coreana chiede di versarne solo 50 milioni, avendo ampiamente accettato l’idea di avere violato brevetti di Apple con i suoi device.

[via]