Apple Pay nella beta di iOS 8.1: altre prove

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Una schermata di impostazioni per Apple Pay compare nell'ultima beta di iOS 8.1, suggerendo che il sistema di pagamento annunciato lo scorso settembre sarà disponibile nel prossimo aggiornamento della piattaforma.

Arrivano altre conferme circa la presenza di Apple Pay nel prossimo aggiornamento della piattaforma iOS. Come dimostra uno screenshot pubblicato su Twitter dallo sviluppatore Hamza Sood, l’ultima beta di iOS 8.1 comprende una schermata per le impostazioni basilari del sistema di pagamento presentato dal colosso di Cupertino nel mese di settembre. L’immagine permette di notare la presenza dei comuni dati per l’inserimento della propria carta di credito: nome del titolare, numero della carta, data di scadenza e codice di sicurezza.

apple pay

Apple Pay è stato presentato lo scorso mese in concomitanza con il reveal di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, visto che sfrutta il chip NFC inserito nei due nuovi smartphone del gigante statunitense. Il lancio è previsto entro la fine di ottobre e, secondo le ultime indiscrezioni, accompagnerà per l’appunto il debutto di iOS 8.1. La piattaforma di pagamento “touchless” rappresenta per Apple l’ingresso in un mercato ancora in fase di sviluppo e di cui si parlava ormai da diverso tempo. Per adesso, non parliamo di un settore particolarmente florido, ma la casa della mela morsicata spera ovviamente di dargli una “scossa”, come spesso del resto accade per le categorie di mercato in cui tenta di agire. Sono oltre 220.000 le location che al lancio accetteranno pagamenti tramite Apple Play, ma il numero è ovviamente destinato a crescere con il passare dei mesi, specialmente se il sistema dovesse riscuotere quel successo a cui auspica l’azienda.

Oltre al chip NFC, la piattaforma supporta il sistema di riconoscimento dell’impronta digitale tramite il lettore Touch ID posto sul pulsante Home dei terminali iPhone. Non è previsto curiosamente il supporto a PayPal: stando ad alcune informazioni diffuse in rete e non confermate ufficialmente, la “colpa” sarebbe di Samsung. L’accordo stretto con il produttore coreano riguardo i pagamenti tramite impronte digitali con Galaxy S5 avrebbe fatto saltare ogni tratattiva con Cupertino. Ma le cose potrebbero cambiare nel 2015, quando PayPal sarà una realtà indipendente da eBay, azienda che ha spinto il piede sull’acceleratore per giungere a una partnership con Samsung.