Apple notificherà gli utenti di cui vengono richiesti i dati dalla legge

di Giovanni Biasi Commenta

apple-logo-600x450

Secondo il The Washington PostApple comincerà a notificare gli utenti di cui vengono richiesti i dati per procedimenti legali. La compagnia crede infatti che i suoi utenti abbiano il diritto di sapere in anticipo se le loro informazioni saranno prese di mira e controllate dal governo. E non è solo la casa di Cupertino a fare questa mossa: sulla stessa scia, dopo Yahoo che aveva già annunciato cambiamenti del genere lo scorso Luglio, si stanno muovendo anche Microsoft, Google e Facebook, che hanno cominciato ad aggiornare le loro politiche a riguardo. 

E le critiche, anche questa volta, non mancano. I procuratori, infatti, sostengono che una mossa del genere possa in qualche modo avvantaggiare i criminali, visto che si darebbe ad essi un anticipo e del preziosissimo tempo perché possano distruggere evidenze digitali, coprire le proprie tracce e minacciare potenziali testimoni prima che lo stato possa anche solo lavorare sul caso. Inoltre, alcune compagnie che si occupano già di notificare i propri utenti in caso di richiesta di dati, hanno notato che gli investigatori cercano di ridurre al minimo le richieste di dati, proprio per non insospettire i possibili criminali.

Le nuove politiche di Apple, ad ogni modo, saranno svelate completamente durante questo mese. Gli utenti saranno notificati “nella maggior parte dei casi” in cui il governo richiede le loro informazioni. Alcune eccezioni, quelle che cioè non prevederanno la notifica da parte di Apple, includono richieste da parte della FISC (Foreign Intelligence Surveillance Court), e casi FBI che riguardino la sicurezza nazionale.

Di seguito le parole di Kristin Huguet, portavoce Apple:

Durante questo mese, Apple aggiornerà le sue politiche, in modo che nella maggior parte dei casi in cui lo stato richiederà informazioni personali su un acquirente, quell’acquirente riceverà una notifica da parte di Apple.

Rimaniamo quindi in attesa dei dettagli ufficiali, che dovrebbero arrivare tra qualche giorno.

via | Mac Rumors