Apple chiede il trademark sulle automobili

di Lorenzo Paletti Commenta

Apple chiede che il suo nome e il suo logo vengano protetti per l'utilizzo su automobili e accessori automobilistici. È la conferma che a Cupertino si sta sviluppando una automobile?

Apple-Logo-250x250

Apple sta costruendo una automobile? Tutte le fonti più affidabili assicurano che l’azienda di Cupertino stia progettando il lancio di una automobile elettrica in grado di guidarsi da sola entro il 2020. Ora l’azienda di Cupertino allarga il suo trademark in modo che il nome Apple e il logo della mela morsicata non possano essere applicati ad altra automobile all’infuori di quella che produrrà Apple.

L’allargamento del trademark Apple al settore automobilistico è avvenuto in svizzera, e qualche settimana fa è stato registrato anche in Messico. Non si tratta comunque di una sorpresa. Se anche Apple non stesse producendo una automobile, è comunque conveniente per l’azienda proteggere il proprio nome in ambito automobilistico prima che un’altra azienda sforni un’auto marchiata con il logo di Apple (soprattutto alla luce di tutti i rumor di queste settimane).

Ad ogni modo non è la prima volta che Apple chiede che il trademark copra quella che è definita International Class 12, che copra veicoli e accessori per automobili. È successo per la prima volta con una richiesta all’Unione Europea nel 2003.

Può darsi che la richiesta di Cupertino di proteggere il proprio nome in ambito automobilistico sia semplicemente legata a CarPlay, la funzione che permette ad alcune automobili di collegarsi con iPhone per visualizzare app e funzioni del telefono sul cruscotto dell’automobile. Apple, in questo momento, protegge i nomi iPhone, Mac e iPod nella Class 12 in diversi paesi.

Ad ogni modo è impossibile non sospettare che Apple stia lavorando a qualcosa di legato al mondo delle automobili. Un misterioso van dell’azienda ha fatto la sua comparsa nelle vie della Bay Area, mentre Cupertino ha passato gli ultimi mesi ad assumere dipendenti di Tesla, Ford e GM.

[via]