Apple al 35esimo posto nella lista dei migliori lavori degli Stati Uniti

di Lorenzo Paletti Commenta

13.12.11-Glassdoor_2014

Lavorare ad Apple? Non è la migliore esperienza del mondo, secondo quanto riportato da Glassdoor.com, che come ogni anno effettua un sondaggio tra i dipendenti delle principali aziende per capire dove sia più piacevole lavorare. Apple è scesa ulteriormente rispetto ai risultati dello scorso anno, raggiungendo il 35esimo posto.

Dopo essere entrata per la prima volta nella top ten della classifica durante il 2011, Apple è stata punti dai suoi dipendenti che l’hanno rispedita al 35esimo posto della classifica, nonostante ci sia stata solo una diminuzione di 0,1 punti sui 5 massimi della classifica di Glassdoor.com.

Apple, quest’anno, ha ricevuto un voto di 3,8 su 5. Glassdoor si occupa di recensire le principali 50 aziende degli Stati Uniti, effettuando sondaggi tra oltre 500 000 persone in 12 mesi. Il risultati di Apple è una media calcolata sui voti di 2557 dipendenti. Da notare come Tim Cook, CEO di Cupertino, ha ricevuto l’approvazione del 92% dei dipendenti.

La sezione che riassume i risultati della recensione indica:

Pro

  • “Puoi lavorare con persone eccezionali a ottimi orari e con grandi benefici”
  • “Puoi incontrare un sacco di grandi persone siccome sei sempre al centro dell’attenzione pubblica”

Contro

  • “Essere sempre spinti dal lavoro significa che non si riesce a trovare facilmente un equilibro tra la vita privata e quella lavorativa”
  • “A volte servono straordinari per seguire i lanci dei nuovi prodotti, ma è la parte migliore di lavorare per Apple”

Benché Apple sia nei piani bassi della classifica generale, è la 16esima migliore compagnia tecnologica per cui lavorare. Quest’anno sono state 22 le compagnie specializzate in tecnologia a finire nella lista delle 50, con gigante come Twitter e Facebook a breve distanza da business più piccoli, come Slalom Consulting.

[via]