1984: il tablet di Apple che non fu mai (e altri prototipi)

di Lorenzo Paletti 1

Design Forward è il titolo dell’ultimo libro firmato dal designer tedesco Hartmut Esslinger. Nel testo, il fondatore di Frog Design parla di design strategico e di come il progresso e l’innovazione abbiano aiutato l’esplosivo successo di una compagnia come Apple, che da sempre bada alle apparenze.

Esslinger ha parlato con designboom della sua amicizia con Steve Jobs, e del design di alcuni interessati prototipi firmati Apple risalenti a qualche anno fa, quando con snow white, Esslinger aveva immaginato dispositivi che ancora oggi sanno di futuristico. Proprio con il lavoro di Esslinger Apple ha cominciato la rivoluzione del buon design per i PC.

Trovate la galleria completa con ritratti i prototipi in fondo a questo articolo, ma tra i più interessanti lavori c’è certamente quello di un tablet/telefono. Un macphone, disegnato nel 1984, che unisce ad uno schermo sensibile al tocco anche una cornetta telefonica. Il lavoro, firmato da Esslinger, faceva parte di un progetto con il quale Apple stava cercando di trovare uno stile per i suoi nuovi personal computer.

Scrive Esslinger: “Dopo molte discussioni con Steve Jobs, abbiamo determinato tre linee d’azione. Concept 1 avrebbe dovuto essere ‘un computer se Sony avesse fatto computer’. Non mi piaceva questa idea, perché poteva creare conflitti con Sony, ma Steve aveva insistito. Concept 2 avrebbe dovuto esprimere l’americanità, riconnettendo il design dell’high-tech con classici elementi di design americani. Concept 3 era stato lasciato a me. Avrebbe potuto essere innovativo quanto volevo – e questo lo rendeva la migliore delle sfide. Era chiaro cosa dovevano essere i primi due prototipi, quindi il terzo era il mio biglietto per un viaggio verso una misteriosa destinazione”. Esslinger non poteva nemmeno immaginare che Apple, quasi trent’anni più tardi avrebbe sfondato sul mercato proprio con un computer touchscreen.

[via]