WWDC: inviti a giornalisti esteri, Lion e iCloud

di Andrea "C. Miller" Nepori 8

WWDC 2011

L’edizione 2011 della WWDC di San Francisco si avvicina. Non c’è ancora una comunicazione ufficiale ma è pressoché sicuro che il 6 giugno prossimo si terrà il keynote inaugurale. Le novità che potranno essere introdotte riguardano con ogni probabilità l’ambito software, quindi Lion e iOS 5, come da precedente annuncio da parte dell’azienda. Nelle ultime ore si stanno diffondendo nuovi rumors sulla possibilità che bolla in pentola qualche annuncio molto importante. A suggerirlo sarebbero gli inviti diramati a giornalisti di tutto il globo. Indiscrezioni che lasciano basiti, però, perché non c’è nulla di diverso dagli altri anni. Apple ha spesso e volentieri invitato la stampa di paesi stranieri, Italia compresa, ai keynote inaugurali della WWDC. Se qualcosa si può intuire dal tipo di inviti diramati è caso mai che c’è una certa selettività nella scelta di chi ammettere at the court of the Jobson King. Ci è giunta voce che i giornalisti invitati potrebbero essere principalmente quelli che sarebbero in grado di coprire e dare spazio a novità “meno importanti” rispetto al lancio di un nuovo iPhone. Una sorta di conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, dell’assenza di annunci relativi all’hardware.

E quanto ad eventuali novità “cloud”? La faccenda si complica perché ci possono essere varie interpretazioni possibili. L’annuncio atteso è quello di un servizio basato sulla nuvola per lo streaming musicale remoto. Per quanto le trattative fra Apple e i publisher siano in corso e, si dice, l’accordo sia vicino, non c’è alcuna certezza che possa essere proprio la WWDC il palcoscenico per una presentazione del genere. La sensazione è che se novità in ambito cloud dovranno esserci, riguarderanno qualche peculiare funzione di Mac OS X Lion o iOS. Speriamo di sbagliarci, ma non è neppure possibile escludere del tutto che di un servizio di streaming musicale, su cui stanno uscendo i primi presunti particolari, possa entrare definitivamente in funzione a settembre, contestualmente al lancio di nuovi iPod e soprattutto di un nuovo iPhone.

Lion e iOS 5 saranno senza dubbio i protagonisti di un evento che, è giusto ricordarlo, è dedicato agli sviluppatori. Presentare un nuovo hardware, nello specifico un nuovo iPhone, alla WWDC negli anni scorsi aveva un significato preciso: mettere un sigillo conclusivo a mesi di test su software in beta grazie alla rivelazione finale del form factor del prodotto e delle altre caratteristiche, in modo che gli sviluppatori potessero avere fra le mani qualcosa di cui discutere durante le sessioni della Conference prima del lancio ufficiale previsto da lì a un paio di settimane.

Quest’anno iOS 5 non è ancora entrato neppure nella fase beta. Con ogni probabilità alla WWDC vedremo una preview del sistema, come quelle che gli anni scorsi Apple ha tenuto a metà primavera, e verrà avviato il programma di testing da parte degli sviluppatori. A Mac OS X Lion toccherà invece il ruolo che è stato di iOS gli anni passati: alla WWDC si concluderà la fase di testing ed Apple sarà pronta per annunciare novità ancora segrete, compresa forse quella nuova rivoluzionaria feature di cui ancora non si sa nulla. TUAW sostiene che Lion sia già entrato nella fase finale di testing interno e che potrebbe essere disponibile proprio dal 6 giugno. Ipotesi affascinante che speriamo si riveli esatta. Le quote però danno sicuramente favorito un lancio a luglio.