Tim Cook aprirà la D11: All Things Digital Conference anche quest’anno

di Lorenzo Paletti 1

Cook All Things D10

Tim Cook si unirà ai soliti Walt Mossberg e Kara Swisher durante l’intervista di apertura dell’annuale D11: All Things Digital Conference. Organizzata dagli autori della colonna tecnologica del Wall Street Journal, la All Things Digital Conference si concentra su una serie di interviste esclusive eseguite dal vivo ad alcuni dei più importanti nomi del mondo della tecnologia e dell’elettronica di consumo.

Cook salirà sul palco per una sessione della durata prevista di 100 minuti, e non ci sono dubbi che da dietro il suo pizzetto, Mossberg coglierà tutte le occasioni possibili per fare domande scomode a Cook riguardo il titolo in borsa di Apple, iWatch, la possibilità che Apple stia veramente creando un televisore e la nuova interfaccia di iOS 7.

Si tratta di una occasione rara, considerata la frequenza con cui il CEO di Apple (così come il suo predecessore) rilascia interviste. Spiega Mossberg:

Ci sarà molto di cui parlare. Dalla crescita esplosiva del mercato mobile, alla intensa concorrenza di alcuni rivali, tra cui Android, oltre alle innovazioni offerte dalla coreana Samsung. Sarà interessante anche parlare dei cambiamenti di Apple sotto la leadership di Cook, che ha preso la torcia dal co-fondatore e leggenda del settore Steve Jobs, oltre che un modo per cercare di scoprire quali generi di prodotti sono in lavorazione e come la compagnia fronteggia un mercato ad alta pressione come questo.

Steve Jobs è comparso sul palco della All Things Digital Conference per sei volte nei nove anni in cui la conferenza è esistita, mentre Cook è stato presente all’evento dello scorso anno come nuovo amministratore delegato della compagnia. È praticamente impossibile che Cook si lasci sfuggire informazioni esplicite, anche perché l’intervista sarà tenuta il prossimo 28 maggio, qualche settimana in anticipo rispetto all’attesissima WWDC di giugno.

[via]