Sir Jonathan Ive: ora Cavaliere del Regno Unito

di Lorenzo Paletti 1

Jonathan Ive, Senior Vice President of Industrial Design di Apple, è da questi giorni Sir Jonathan Ive, Cavaliere del Regno Unito. Riporta la BBC, che ha dato la notizia: Il signor Ive, che può ora farsi chiamare Sir Jonathan, è stato reso Knight Commander of the Most Excellent Order of the British Empire (KBE). Ive ha cominciato a lavorare per la compagnia di Cupertino dal 1992, ma per diverso tempo si è trovato scontento del suo ruolo in Apple. Steve Jobs, al suo ritorno, ha scoperto Ive e il suo team, incaricandoli della creazione dei design degli iconici prodotti che oggi tutti conosciamo: dal primo iMac all’iPod, dall’iPhone all’iPad.

Stando a quanto riportato nella biografia ufficiale di Steve Jobs, Ive sarebbe l’unico Vice President ad avere in mano completa libertà operativa. Ive e Jobs sono stati molto legati, e il loro rapporto è andato oltre quello lavorativo, tanto che il designer potrebbe essere considerato il partner spirituale di Jobs ad Apple. Non stupisce quindi che si fosse ipotizzato, durante il periodo di speculazioni riguardo il nuovo CEO di Apple, il suo ruolo come amministratore delegato.

Mercury News ha pubblicato una dichiarazione di Ive a proposito: Sono ben consapevole di beneficiare di una magnifica tradizione di design e produzione nel Regno Unito. Ottenere questa onorificenza è assolutamente esaltante e sono contemporaneamente onorato e sinceramente riconoscente. Ho scoperto in giovane età che tutto ciò che avrei voluto fare sarebbe stato fare design. Mi sento incredibilmente fortunato nel poter continuare a disegnare e fare prodotti con uno staordinario gruppo di persone qui ad Apple.

All’inizio del 2011 era circolata voce di un possibile abbandono di Ive che, spinto dalla volontà di istruire i propri figli in una scuola inglese, avrebbe pensato al ritorno nella madrepatria. Ad oggi Ive rimane a capo dell’Apple Industrial Design Group, e siamo certi starà lavorando alacremente ai prodotti che Cupertino lancerà nel 2012.

[via]