iPhone con Vodafone in 10 paesi del mondo [UPDATE]

di Andrea "C. Miller" Nepori 14

L’Italia non sarà l’unico paese in cui Vodafone lancerà iPhone entro l’anno. Nel comunicato ufficiale rilasciato nelle scorse ore, Vodafone cita anche Australia, Repubblica Ceca, Egitto, Grecia, India, Portogallo, Nuova Zelanda, Sud Africa e Turchia. Le dichiarazioni del carrier colgono tutti di sorpresa, anche perché rivelano molto sui futuri piani di Apple. I media internazionali indicano inoltre il caso italiano come la prova di un cambio di direzione da parte di Apple, che sarebbe dunque pronta a rinunciare al revenue sharing e all’esclusività dei contratti finora stipulati con i carrier nazionali.

UPDATE: Apple Europe ha confermato l’accordo e ci ha inviato una risposta ufficiale:

“Si, è vero. Siamo entusiasti di lavorare con Telecom Italia Mobile per portare iPhone in Italia più avanti quest’anno e con Vodafone per portare l’iPhone in Australia, Repubblica Ceca, Egitto, Grecia,Italia, India, Portogallo, Nuova Zelanda, Sud Africa e Turchia più avanti quest’anno. Non vediamo l’ora che questo rivoluzionario telefono possa giungere nelle mani di un numero ancora maggiore di persone nel mondo”
“Yes, its true. We’re excited to be working with Telecom Italia Mobile to bring the iPhone to Italy later this year and with Vodafone to bring the iPhone to Australia, the Czech Republic, Egypt, Greece, Italy, India, Portugal, New Zealand, South Africa and Turkey later this year. We can’t wait to get this revolutionary phone in the hands of even more people around the world.”

L’importanza dell’annuncio di Vodafone nel quadro complessivo della distribuzione mondiale dello smartphone di Cupertino è davvero notevole. Come ipotizzavamo questa mattina, l’inaspettata rivelazione ha molto probabilmente costretto Telecom a scoprire in anticipo le proprie carte e si ritiene che anche altri operatori in giro per il mondo potrebbero trovarsi costretti a dover rispondere in modo analogo.

Siamo dunque di fronte ad una rivincita di Vodafone? Il carrier inglese, in un primo momento non era riuscito ad ottenere l’esclusiva proprio nel Regno Unito, dove O2, disposta ad accettare i termini di un accordo con Apple che molti analisti hanno definito semplicemente “folle”, era riuscita ad accaparrarsi l’esclusiva. Anche in Germania Vodafone ha dovuto ingoiare un boccone amaro: la causa intentata contro T-Mobile, i cui accordi con Apple, secondo Vodafone, avrebbero violato le leggi tedesche sulla concorrenza, si è risolta in un nulla di fatto e il carrier tedesco ha potuto continuare a vendere il telefono di Apple in esclusiva.

Vodafone può adesso puntare ad imporsi con un prodotto di punta come iPhone, che si è rivelato una vera e propria macchina ruba-clienti anche nei paesi europei dove le vendite non hanno propriamente brillato, sul mercato italiano –nel nostro paese il numero di telefonini supera il numero di abitanti– e su altri promettenti mercati come quello indiano, che con quasi un miliardo di clienti potenziali e una crescita esponenziale nelle vendite del settore mobile, è una mucca sacra che aspetta solo di essere munta.