Toast 9: supporto Blu-ray e streaming per iPhone e iPod touch

di Michele Baratelli 1

toast9masterizzastreamingiphone001-copy.jpg

Toast siamo certi che lo conosciate tutti, in quanto è il più famoso programma a pagamento per masterizzare, ma ora, con la versione 9, Roxio ha introdotto interessanti novità. Insieme a una più moderna interfaccia grafica, è stato introdotto il supporto per la masterizzazione dei dischi Blu-ray e una interessante funzionalità che strizza l’occhio al mondo di iPhone e iPod Touch. Passeremo in rassegna le funzioni classiche e poi passeremo alla inedita quanto curiosa applicazione per i dispositivi touch di Apple.

Nell’ambito della masterizzazione, il sistema operativo Mac fornisce interessanti soluzioni sia gratuite che a pagamento: Toast 9 di Roxio è, al momento in cui scriviamo, una delle suite più complete, se non la più completa. Infatti, oltre al software di masterizzazione vero e proprio (Toast Titanium), sono comprese altre applicazioni: Streamer, CD Spin Doctor, Disk Cover 2 RE, DiskCatalogMaker RE. Nell’articolo odierno ci occuperemo di Toast Titanium e di Streamer.

toast9masterizzastreamingiphone002.jpg

Già nella prima immagine, avrete notato una cura maggiore della grafica del programma e questa cosa ci ha piacevolmente sorpreso, mettendoci però un dubbio: la nuova versione sarà solo più bella graficamente o anche più funzionale? Tutti coloro che hanno utilizzato Toast conoscono il vero difetto che questo programma porta con sé: un eccessivo uso delle risorse del sistema che, nei computer più anziani, può addirittura portare a un blocco del sistema. Sotto questo aspetto, Toast Titanium 9, si è dimostrato all’altezza della rinnovata interfaccia grafica: il programma masterizza con più agilità rispetto alla versione precedente e anche le animazioni sullo sfondo non rallentano il sistema. La prova di masterizzazione ha rispettato queste prime impressioni: la cpu non risulta affaticata dal processo in corso e anche la velocità di scrittura ne guadagna. È possibile masterizzare CD audio nei vari formati (CD audio normale, CD MP3, etc), CD o DVD dati, DVD Video. Per quanto riguarda i DVD Video, sono presenti alcuni simpatici temi per creare un menu originale.

toast9masterizzastreamingiphone003.jpg

Ci ha colpito parecchio la funzione di masterizzazione dei dischi Blu-ray e HD DVD: nei nostri Mac non sono presenti, come abbiamo scritto più volte, drive in grado di scrivere tali dischi. Questa funzionalità non crediamo sia stata messa a caso, ma, permettetici, è curiosa la sua implementazione: magari a breve saranno acquistabili dei masterizzatori esterni per i dischi Blu-ray oppure Apple implementerà tale tecnologia nei propri computer. Per ora, noi utenti Mac, non possiamo che guardare tale opzione, peraltro a pagamento, con curiosità e speranza. Inoltre è disponibile un convertitore di file video che permette una veloce conversione dei file in base al dispositivo tramite cui si vorrà vedere il video: per quanto riguarda Apple sono presenti le conversioni ottimizzate per iPod Video, Apple TV, iPod Touch/iPhone.

Novità davvero particolare è quella introdotta dal programma Streaming: permette infatti di trasformare il proprio Mac in un server che genera un flusso di streaming video in modo che, secondo l’intenzione degli ideatori, il proprio iPhone o iPod Touch possa visualizzare i video direttamente dall’etere. Ora vediamo di essere più chiari per tutti. Aggiungendo i file video dentro la finestra di Streamer, questi vengono trasformati direttamente in file MP4, compatibili dunque con iPod Touch e iPhone: dopo aver cliccato su avvia Streaming è possibile vedere questo video collegandovi all’indirizzo internet che il programma vi fornisce durante la sua configurazione.

toast9masterizzastreamingiphone005.jpg

Come noterete dall’immagine qui sopra proposta, una volta collegati tramite iPhone all’indirizzo che vi viene assegnato, si deve immettere la password che avete scelto nel momento della configurazione: solo a voi o chi a voi vorrete sarà possibile l’accesso ai file video che avete precedentemente associato a Streamer.

toast9masterizzastreamingiphone006.jpg

L’interfaccia con cui si deve interagire è studiata per essere del tutto simile a quella a cui siamo abituati utilizzando iPhone e iPod Touch: navigare tra i vari file in streaming sarà semplice e immediato. La qualità del file video è determinabile dall’utente: sarà così possibile adeguare la ampiezza del flusso dei dati alla connessione internet di cui si dispone. Una volta selezionato il video che si vuole vedere, il filmato si aprirà, come un qualsiasi video presente nel vostro dispositivo Touch, tramite il lettore multimediale QuickTime e sarà visualizzabile a schermo intero.

toast9masterizzastreamingiphone007.jpg

Totalmente entusiasti di questa applicazione, ci siamo divertiti a caricare video per poi vederli in streaming grazie alla connessione Wi-Fi; poi ci è venuto un serio quesito. Perché mai per vedere un video devo lasciare il Mac acceso e connesso a internet per poi collegarmi tramite iPod Touch o iPhone grazie al Wi-Fi, quando posso caricare tutti i video che voglio direttamente sul dispositivo attraverso iTunes? Sinceramente a tale domanda non siamo tuttora in grado di trovare una sensata risposta. È sicuramente una applicazione interessante che rivoluziona il modo classico di gestire un file video: probabilmente è il primo passo di un futuro sviluppo.

Toast 9 è una ottima suite che migliora decisamente la versione precedente sia nell’aspetto che nelle funzionalità. Interessante è il supporto ai dischi Blu-ray e HD DVD nell’attesa di avere un hardware che possa supportare a sua volta tale software. Se siete interessati all’acquisto, sappiate che il prezzo per il per la suite Toast 9 è di 99.00 euro, mentre il prezzo per il Plug-in Blu-ray e HD DVD è di 19.00 euro. Troverete maggiori informazioni sul sito di Roxio.

Le prove, che hanno portato alla recensione e alla realizzazione degli screenshot,  sono state condotte su un iMac 20″ con processore Intel Core 2 Duo e un iPhone con firmware 1.1.4 .