Programma di riciclo Apple per iPhone e iPad, quando in Italia?

di Giuseppe Benevento Commenta

Programma di riciclo AppleChe Apple stia strizzando l’occhio all’ecologia è cosa ormai risaputa. E lo sta facendo da tempo anche con i programmi di riciclo che ha iniziato ad avviare in diversi Paesi. I prodotti elettronici, infatti, sono delle vere e proprie miniere d’oro (e non solo). Molti materiali (talvolta anche rari e costosi) possono essere recuperati e riciclati da prodotti obsoleti o guasti. Belli e pronti, quindi, per poter essere riutilizzati. Ad un costo di molto inferiore, evidentemente, rispetto a quello che si avrebbe facendo partire da zero il processo di estrazione mineraria.

Con i programmi di riciclo non solo, quindi, si può risparmiare e far del bene all’ambiente, ma si possono anche recuperare dei componenti da usare come rigenerati. Per tutti questi motivi Apple ha deciso di estendere il programma anche ai suoi prodotti più noti, diffusi e desiderati: iPhone e iPad.

Dopo una prima estensione del programma agli iPhone ed agli iPad sul territorio statunitense, Apple ha deciso di offrire anche ad alcuni utenti europei la possibilità di smaltire il loro vecchio iDevice in cambio di un compenso. Nella fattispecie si tratta degli utenti di Gran Bretagna, Francia e Germania. Da oggi anche loro possono “permutare” l’iPhone o l’iPad. Nulla di eccezionale se considerate che per un iPhone 3GS 32 GB perfettamente funzionate accompagnato da scatola originale e cavo di alimentazione, i cugini d’oltralpe, ad esempio, possono spuntare “ben” 63 euro.

Resta il fatto, però, che Apple probabilmente segue le vicende italiane riguardo lo smaltimento dei rifiuti e, magari, non ci ritiene pronti (e degni?) per questo servizio. Strano visto che noi italiani nel 2011 eravamo al 15° posto al mondo per tasso di penetrazione di telefoni mobili nella popolazione. Secondi in Europa solo all’Estonia che però ha un numero di abitanti pari a meno di un milione e mezzo di unità. Ciononostante noi italiani siamo ancora “costretti” a buttare i nostri vecchi iPhone e iPad usati (guasti o funzionanti che siano) nelle già sovraccariche discariche.

Dobbiamo solo sperare (e pensare) che Apple abbia esteso il programma in altre nazioni per testarlo e perfezionarlo in Europa e che prossimamente lo renderà disponibile anche nello Stivale. Fino ad allora fatevi sentire nei commenti così che Apple possa capire che anche qui in Italia volete che sia disponibile il programma di riciclo per iPhone e iPad.

[via | 9to5Mac.com]