Nuovo iPhone 3G S e iPhone 3G, il dilemma. Parte seconda

di Michele Baratelli 22

In attesa dell’ufficialità dei prezzi del nuovo iPhone 3G S, con i quali i ragionamenti potranno fondarsi su basi più solide, oggi vorrei riprendere il discorso iniziato la settimana scorsa riguardante il “dilemma” che ha colto molti dei possessori di iPhone 3G, ovvero quello se “convenga o meno” acquistare il nuovo modello. Come detto la scorsa volta, ognuno faccia i suoi conti economici: a giudicare da qualche commento, però, il problema non è prettamente economico. C’è la comune sensazione che Apple potesse fare molto di più per il nuovo iPhone 3G S (sensazione forse stimolata dai troppi rumors circolati nelle scorse settimane) e questa “delusione” spinge moltissimi di noi a non pensare di non acquistare il melafonino della “next generation”. Diamo voce a questa sensazione e parliamone nei commenti.

Ho deciso: mi tengo il mio fido iPhone 3G.

Il nuovo iPhone 3G S è esteticamente uguale al precedente: ciò induce molti tra i possessori dell’attuale melafonino a non mettere nemmeno in cantiere l’opzione di passare al nuovo modello. Solo un occhio allenato da “iPhone maniaco” (come forse il mio) potrebbe vedere la differenza ma all’aperitivo nessuno se ne accorgerebbe e rimarrei sempre il “più ganzo”. Che lo schermo sia oleofobico, poi, poco mi interessa.

Twice as Fast“. iPhone 3G S è realmente più veloce ma io sono già soddisfatto dell’attuale modello: ovvio, rimarrà il leggero ritardo nell’aprire le applicazioni ma ci sono abituato. Per le mie esigenze, iPhone va bene già così com’è. Velocità di connessione internet compresa: la connettività HSDPA mi ingolosisce ma la mia zona non è raggiunta da tale tecnologia: sarebbe un upgrade inutile.

Fotocamera migliore con autofocus e possibilità di registrare video. Upgrades “dovuti” da parte di Apple che era indietro rispetto alla concorrenza ma nulla che giustifichi l’acquisto: ho fatto davvero poche foto con iPhone 3G durante quest’anno perché preferisco la macchina fotografica digitale. L’autofocus è davvero una bella trovata ma sono certo che lo ritroverò, probabilmente migliore, nell’iPhone 2010. La bussola? Fantastica innovazione ma attualmente non mi incuriosisce.

La verità è che iPhone 3G è già un device completo e con il sistema operativo iPhone OS 3.0 guadagna tutte quelle funzionalità che ho sempre desiderato: il tutto gratuitamente. Da mercoledì, senza spendere un euro, avrò un nuovo iPhone 3G con cui potrò trascorrere un altro anno, senza rimpianti, attendendo la vera rivoluzione.

Alla luce di tutto questo è evidente che per Apple deve essere stato davvero un duro compito quello di migliorare iPhone 3G, dato che è completo già ora. iPhone 3G S è dedicato a coloro che si accostano per la prima volta al mondo telefonico di Apple e non ai possessori di iPhone 3G perché le novità non “ripagano il prezzo del biglietto”. La batteria migliorata? Ecco, questo è forse il punto dolente di iPhone 3G ma tutti noi possessori ormai abbiamo imparato a conviverci.

Si conclude così questo viaggio tra le più comuni motivazioni per tenersi stretto il proprio “vecchio iPhone 3G”, oppure correre ad acquistare il nuovo modello. Attendo le vostre preziose considerazioni nei commenti e l’ultimo appuntamento è tra qualche giorno con il punto di vista di TAL.

[image curtesy of TiB]