iPhone sblocco definitivo: il DevTeam presenta Pwnage

di Michele Baratelli 16

La redazione di Theapplelounge ha lavorato per voi anche la domenica e quello che vi presentiamo oggi può essere inteso come una svolta epocale nell’hacking di iPhone. L’altra sera i membri chiave del “DevTeam” hanno presentato la tanto attesa applicazione software “Pwnage“. La manifestazione si è svolta presso “l’iPhone 3.0 party“, che ha riunito centinaia di appassionati di hardware e software del telefono con la mela. Ecco le caratteristiche di questo rivoluzionario software.

Il software è una “applicazione contenitore” (per MacOS 10.4.x e 10.5.x), che consente a tutti gli attuali modelli di iPhone di essere “Pwned“. Questo termine (in relazione a questo software) si riferisce al patching dello stock del bootloader in modo che consenta l’esecuzione di codice originale e codice “unsigned” in modo da aggirare i controlli. “Pwnage” deve essere effettuato solo una sola volta per consentire la funzionalità aggiuntive sulla iPhone.

L’applicazione modifica anche i processi esistenti, in modo che il firmware personalizzato può essere installato sul “Pwned iPhone” direttamente da iTunes. Questi file “. Ipsw” (quelli del firmware di un prodotto Apple) possono essere “creati e patchati” in modo da consentire l’esecuzione dil applicazioni di terze parti come ad esempio le modifiche di attivazione, Installer.app, la modifica banda base, una grafica personalizzata del telefono, ect… Lo strumento funziona automaticamente anche su iPhone appena acquistati (OOTB) con firmware 1.1.3 e 1.1.4 e richiede una minima interazione da parte dell’utente.

iphonesbloccodefinitivopwned.jpg

Lo strumento contiene anche un tool che viene automaticamente installato su iPhone ed eseguito sul primo boot (se l’utente lo richiede) e prende il nome di “BootNeuter“. Questo permetterà di “Bootneutering” la baseband di iPhone permettendo appunto l’installazione di un firmware personalizzato. Per i più esperti tra voi, sappiate che seckpacs e file fls saranno accettati quando il dispositivo è in questo stato, ma sarà poi rilasciato un file guida per informazioni specifiche.

Per gli utenti che hanno accesso come sviluppatore al programma SDK per iPhone, nelle versioni firmware 2.0 oppure 1.2, il Dev Team ha reso compatibile questo software anche per questi firmware beta. Questo sarà utile per installare i programmi creati in versione beta tramite SDK su più di un dispositivo quando questo non dovrebbe essere possibile se non si è membri ufficiali del programma SDK di Apple.

Ora non ci resta che aspettare il rilascio ufficiale e ci metteremo subito al lavoro con in test: se sarà un prodotto realmente valido torneremo sull’argomento. Le premesse sono davvero interessanti e uniche: uno sblocco definitivo che permette di avere un iPhone come se fosse ufficialmente attivato è una situazione davvero interessante. Appena sarà disponibile faremo dei test approfonditi e lo compareremo alla nuova versione di ZiPhone, la 3.0  .

Many Thanks to DevTeam for release notes.