iPhone OS 3.0: le prime impressioni

di Redazione 89

Dopo un’intera giornata di attesa, come molti di voi, sono tornato dal lavoro giusto in tempo per poter installare sul mio iPhone la nuova versione del firmware. Così come un bimbo in trepidante attesa si sveglia al mattino di Natale e trova sotto l’albero i doni, così io (ma non sono il solo a pensarla così) mi sono messo pazientemente a scaricare l’OS 3.0 e ad installarlo.

La procedura è stata lunghetta, forse a causa della mia connessione web non proprio performante, forse per via del grande afflusso di appassionati, tutti pronti con i loro melafonini collegati ad iTunes per aggiornare. L’iPhone si riavvia per installare il nuovo sistema operativo e le lancette dell’orologio sembrano girare più lentamente. Il tempo non passa mai, ma alla fine…

Problemi

Alla fine un infarto.

Quando il telefono doveva semplicemente riavviarsi, in realtà ha ricominciato l’installazione, perdendo la connessione con iTunes. Messaggio d’errore, il cuore ha perso alcuni battiti e ho smesso di respirare fino alla fine della procedura. Ho dovuto scollegare e ricollegare il telefono affinché iTunes lo riconoscesse e rifacesse la procedura di sblocco.

Però alla fine, meraviglia! Un telefono tutto nuovo.

Copia e incolla

Sono corso a provare le funzioni che tutti ci aspettavamo. Innanzitutto il copia e incolla e subito una piacevole sorpresa. Avevo conservato da mesi una mail contenente un indirizzo (via e numero civico, non e-mail) di una mia amica per il gusto (mente malata, lo so) di copiarlo e incollarlo all’interno della sua scheda di Rubrica Indirizzi non appena fosse stata resa disponibile la funzionalità e vedo con stupore che il dato viene riconosciuto automaticamente come indirizzo e viene data la possibilità di inserirlo in una voce di rubrica già esistente oppure di crearne una nuova, nonché di aprire la mappa a quell’indirizzo. Evidentemente le funzionalità di data detection sono state incluse anche nella mail di iPhone (non nei messaggi sms, ho provato).

Spettacolare e ben fatto, in perfetto stile Apple.

Oltre a questa chicca, il copia e incolla funziona in modo egregio. Basta prolungare la pressione del dito per qualche istante, e quando lo si rilascia compare il popup che ci chiede cosa vogliamo copiare: viene selezionata automaticamente la parola sulla quale abbiamo premuto e compaiono le due maniglie da trascinare per espandere (o ridurre) l’area selezionata.

Da notare che in Safari la funzione di copia seleziona automaticamente il testo in maniera intelligente, utile per copiare interi paragrafi invece che singole frasi. E’ comunque semplice andare a modificare la selezione per copiare solo quello che interessa.

Annullare

Se quando si sta scrivendo si cancella qualcosa oppure si desidera ritornare al testo precedente, scuotendo l’iPhone compare un menù che consente di annullare la precedente digitazione. Un Command-Z (o Control-Z, per gli amici che usano Windows o Linux) riprodotto in modo artistico.

Ma non finisce qui. Ad ogni “scossone”, andiamo ad annullare una ulteriore modifica. Questo sistema tiene in memoria alcuni “livelli di undo“.

Tethering

Seconda cosa che mi premeva controllare, il tethering. Alcuni siti avevano ipotizzato che Vodafone non permettesse di utilizzare questa funzione sulla sua rete, confondendo l’opzione Mobile Internet per iPhone con quella Mobile Internet generica che vale per tutti gli altri telefoni. Ho dovuto cercarla, perché è ben nascosta sotto Impostazioni / Generale / Rete / Tethering Internet, ma alla fine l’ho trovata. Tuttavia questo non sembra valere per tutti. Un amico mi ha informato via SMS che sul suo iPhone la funzione di tethering non c’è. Poco male, ha potuto abilitarla anche sul suo telefono semplicemente utilizzando questo sito, direttamente dall’iPhone.

Indagheremo.

Messaggi

Dall’applicazione Messaggi è ora possibile inviare (e ricevere, in teoria), anche degli MMS. Sono riuscito con successo ad inviarne uno, ma la ricezione non è andata a buon fine, in quanto è comparso il solito messaggio di Vodafone che mi invita a collegarmi al web per visualizzare il messaggio ricevuto.

Altra innovazione, finalmente, è quella che ci dà la possibilità di cancellare un messaggio (singolo) dalla lista, oppure di inoltrarne uno ad un’altra persona. Il tutto si raggiunge, devo dire in modo poco intuitivo, premendo il pulsante Modifica.

Come annunciato ampiamente nei giorni scorsi, alla fine della digitazione di un messaggio, premendo invio, la barra di avanzamento è stata spostata nella parte superiore della schermata in modo da permetterci di scrivere un altro messaggio.

Fotocamera

Ebbene, fino all’ultimo ho sperato di vedere implementato anche sull’iPhone 3G il tastino che permette di cambiare la modalità da fotocamera a videocamera, ma così non è stato. Peccato, ma se avessero implementato anche questa funzione sull’iPhone 3G, chi avrebbe comprato quello nuovo?

Ora comunque è possibile inviare più di un’immagine alla volta (ma al massimo 5) tramite email: basta selezionarle una alla volta nella vista thumbnail.

Memo vocali

Carina l’applicazione per registrare suoni, anche se avrebbero potuto farla più completa. Sinceramente non so se riuscirà a sostituire la mia. Sicuramente di buono c’è che è possibile inviare la propria registrazione via mail oppure via MMS. Ma che fine ha fatto il peer to peer con il bluetooth? Mi aspettavo di vederlo direttamente là.

Grafica

Altra cosa che salta subito all’occhio è la modalità di chiusura delle applicazioni. Premendo il tasto home infatti è stato aggiunto un effetto dissolvenza. Cambiano, seppur di poco, anche le icone di telefono e sms, il cui sfondo verde è ora a righine: cose di nessuna importanza.

Anche l’icona dell’applicazione Borsa si è rinnovata allo stesso modo e ha il supporto per la modalità landscape, utile per vedere i grafici full screen. Tutte le applicazioni chiave, hanno guadagnato a possibilità di essere allo stesso modo ruotate, per avere la tastiera grande. Trovo soprattutto utile questa feature nell’applicazione Mail, dato che a volte si ricevono messaggi formattati con testo piccolissimo.

Come da copione la springboard si è rinnovata e include ora un numero maggiore di pagine.

Ricerca

Menzione speciale per la funzione di ricerca, che è rapida e in perfetto stile Spotlight (per chi conosce il Mac). Ci fornisce la possibilità di trovare un qualsiasi elemento presente sul telefono (ma non solo, le mail vengono cercate anche sul server) in modo rapido, proprio come sul Mac.

Sfiorando il risultato desiderato, si apre l’applicazione corretta. La ricerca è personalizzabile e ci permette di trovare informazioni in Contatti, Applicazioni, Musica, Podcast, Video, Audiolibri, Note, Mail e Calendario. Per cambiare le impostazioni, occorre andare in  Impostazioni / Generali / Home / Risultati di ricerca (un po’ più nascoste al prossimo firmware, grazie).

Inoltre sono stati aggiunti i campi di ricerca anche nell’applicazione Note e in Mail.

Non solo dei “più”, ma anche dei “meno”

Qualche piccolo problema riscontrato mi fa presumere che non ci vorrà molto prima che Apple rilasci un iPhone OS 3.0.1 per risolvere questi inconvenienti. Per prima cosa la lentezza: il telefono ci impiega circa un minuto per accendersi, mentre prima il tempo necessario era di poco più di 30 sencondi. Inoltre ho notato che non c’è una corretta comunicazione tra l’indicatore della batteria sul telefono e quello su iTunes: mentre sull’iPhone è presente il simbolo di carica completata (la “spina elettrica”), su iTunes rimane il simbolo di carica in corso (il “fulmine”). Per finire, la fluidità della tastiera virtuale e delle animazioni non sono proprio al top: troppo spesso, chiudendo un’applicazione compare direttamente la springboard senza l’effetto fade-out che tutti conosciamo.

Stessi problemi sotto Windows

Come molti di voi sapranno, anche mia moglie ha un iPhone, ma un computer con Windows Vista. Non avendo provveduto ad effettuare il backup subito quando si è reso disponibile, si è scontrata con l’indisponibilità del server di attivazione di iPhone, che dalla serata di ieri si è congestionato. Ha provato invano fino alle 23 circa.

Questa mattina alle 7 il server è tornato disponibile e mia moglie ha proceduto all’installazione. Tutto bene fino al riavvio, come nel mio caso, solo che poi iTunes non ha più “visto” l’iPhone, forse grazie a “Vista”, che ci ha deliziati con una bella schermata di colore blu. Dopo il lungo riavvio, la procedura si è completata con successo. Comunque, tra i problemi avuti con il mio e quelli avuti con il suo, ho perso qualche anno di vita.

Conclusioni

Per prima cosa, chiedo perdono a tutti voi lettori, perché mi rendo conto che questo articolo è un po’, come dire… lunghetto? Non volevo essere prolisso, ma le novità sono talmente tante da richiedere molte parole. Spero di avere reso il tutto in modo simpatico grazie al racconto della mia esperienza personale.

Infine, sono certo di non aver detto ogni cosa. Ho volutamente tralasciato di darvi informazioni sui controlli censura o la possibilità di inserire l’oggetto nei messaggi, solo per citarne un paio. Qui sotto c’è lo spazio per commentare, quindi fatevi avanti: se scoprite qualche nuova feature dell’OS 3.0, non abbiate remore.