iPhone 6: presentazione ad inizio settembre?

di Lucio Botteri 2

I nuovi iPhone saranno in vendita da settembre (il 19?), ma non si sa ancora se saranno disponibili entrambi al lancio.

iPhone 6

Come ormai da tradizione, il nuovo iPhone 6 (e/o iPhone Air) sarà presentato a inizio settembre, o almeno questo è quello che avrebbe riportato una “fonte affidabile” a MacRumors, e sarà disponibile per l’acquisto circa una settimana dopo.

Le prime spedizioni dalla Cina agli Stati Uniti (tonnellate di nuovissimi iPhone che voleranno sopra le nostre teste) dovrebbero avere luogo nelle ultime settimane di agosto, ed è quindi molto probabile che Apple annunci in quei giorni un evento per la prima metà di settembre. Le prime consegne vere e proprie, e quindi la disponibilità nei negozi, e quindi il famigerato day one, sarà con ogni probabilità un venerdì della seconda metà del mese, verosimilmente il 19 settembre o al più tardi il 26.

Naturalmente stiamo parlando degli Stati Uniti e dei paesi di “prima fascia” (per Apple) come Regno Unito, Francia, Germania e Cina, mentre noi dovremo come al solito aspettare almeno un’altra settimana, a meno di improbabili sorprese.

Non si sa ancora, però, se i fanboy in fila di fronte agli Apple Store di tutto il mondo staranno scalpitando per un solo modello di iPhone o per due. Non è infatti sicuro che il primo giorno di vendita includerà entrambe le varianti del nuovo dispositivo. Ricordiamo che lo schermo del nuovo iPhone 6 dovrebbe misurare 4,7 pollici di diagonale, mentre per l’altro modello (che potrebbe chiamarsi iPhone Air, praticamente un phablet da 5,5 pollici) pare che ci siano stati dei problemi in fase di produzione che potrebbero ritardare il lancio e quindi snaturare il day one dividendolo in due parti: la prima, subito, per l’iPhone 6 e la seconda almeno una settimana dopo per l’iPhone Air.

Una cosa del genere però, fatemelo dire, è piuttosto improbabile. Magari potrebbero essere disponibili al day one meno iPhone Air del previsto, ma è davvero difficile che Apple decida di fare due day one a distanza di poco tempo per due prodotti così simili. E pare che Bloomberg sia d’accordo con me.

[via]