iPhone 3G: sold out negli USA; AAPL, stasera i dati del Q3

di Redazione 4

iPhone 3G Sold Out

Volete comprare un iPhone negli USA? Vi conviene aspettare a partire. Non solo perché il nuovo PWNAGE 2.0 non è ancora in grado di fare l’unlock del nuovo melafonino di terza generazione, ma anche perché non ne trovereste. Le scorte di iPhone 3G sono esaurite in quasi tutti gli Apple Stores degli USA, mentre in quelli in cui è ancora possibile acquistare un iPhone 3G rimangono solo alcuni modelli (principalmente 16GB bianchi). Le vendite del nuovo melafonino sono andate alla grande, ma non saranno oggetto della conference call di questa sera (alle 23:00 ora italiana) in cui Apple annuncerà i risultati del terzo quarto del corrente anno fiscale.

iPhone Sold Out. Incredibile successo per il nuovo melafonino di Apple. Gli stock sono esauriti in 38 degli stati americani in cui è presente un Apple Store. Gli altri Apple Store hanno ancora a disposizione degli iPhone 3G ma spesso in un unico modello, come nel caso dell’Apple Store sulla Fifth Avenue, l’unico Store nello stato di New York dove è ancora possibile acquistare un melafonino, ma solo nella versione 16Gb bianca. Apple sta tirando un po’ la corda per giustificare il milione di iPhone venduti? Può darsi, anche se in realtà durante tutta la settimana passata i rifornimenti di iPhone 3G sono avvenuti quotidianamente.

iPhone 3G  è sold out anche in Germania e in Nuova Zelanda mentre nel Regno Unito O2 aveva messo le mani avanti ancor prima dell’uscita del telefono precisando che ci sarebbero volute alcune settimane per soddisfare completamente la richiesta. In Italia trovare un iPhone 3G non è impossibile, soprattutto nei punti vendita degli operatori in zone di provincia. Dopo un primo esaurimento delle scorte, segnalato da un ansiogeno counter di dubbia utilità, iPhone 3G può nuovamente essere acquistato anche online sul sito di Vodafone, ma solo nella versione da 16GB.

Q308 results. Alle 23:00 ora italiana, dopo la chiusura dei mercati, Apple annuncerà nella consueta conference call i risultati fiscali per il 3° trimestre 2008, chiuso il 30 giugno scorso. Per una volta iPhone non sarà il mattatore designato e gli ottimi numeri che con grande probabilità verranno annunciati dal CFO Peter Oppenheimer riguarderanno in larga parte le ottime vendite dei Mac. Gli analisti si aspettano un incremento degli introiti e in molti ritengono che Apple possa battere nuovamente le previsioni, a onor del vero piuttosto prudenti, annunciate durante l’ultima conference call fiscale, nell’aprile scorso.

Il titolo di Apple, che ha perso diversi punti nonostante gli ottimi risultati nella prima settimana di vendita di iPhone 3G, potrebbe ancora una volta risentire negativamente dei risultati che verranno con ogni probabilità annunciati stasera. L’ago della bilancia sarà ancora una volta la guidance per il prossimo trimestre (le previsioni che fa la società sugli introiti del successivo quarter). Se la prospettiva sarà ancora una volta prudente il mercato potrebbe rispondere in maniera negativa. La necessità di fornire una previsione sicura che sarà possibile superare con buona probabilità durante il prossimo trimestre è tuttavia preponderante rispetto al rischio di non rispettare le aspettative qualora la guidance fosse troppo ottimista.

[via]