iPhone 3G e Vodafone: dettagli sulla garanzia

di Michele Baratelli 12

Il tormentone che più ha assillato i possessori illegali di iPhone 2G e il motivo che ha escluso tante persone dall’acquistare un iPhone 2G è stato, ed è tutt’ora, quello della garanzia. Acquistare un prodotto e non aver la garanzia di averlo sostituito o riparato per i possibili inconvenienti tecnici che possono sorgere, è sempre motivo di agitazione. Ora che iPhone 3G sbarca finalmente in Italia, anche noi che per il mondo siamo stereotipati mangiatori di pizza e suonatori di mandolino, potremo avere la garanzia per il telefono con la meletta: sempre se regolarmente acquistato e detenuto, eh!



I dettagli riguardo alla garanzia di cui questo articolo tratta, prendono spunto da un documento interno di Vodafone Italia ai proprio rivenditori: si tratta quindi di informazioni che interessano coloro che tra voi acquisteranno iPhone 3G attirati dalle offerte del secondo gestore di telefonia mobile italiano. Si tratta di dettagli, al momento attuale puramente indiscrezioni, che potrebbero essere applicati in maniera uguale da TIM, ma, per ora restano legati a Vodafone.


Sappiamo per certo che iPhone 3G avrà una assistenza chiamata “One Service” che sarà gratuita, mentre sarà disponibile un altro tipo di garanzia, chiamata “One Service Kasko” al prezzo di 10 Euro al mese. Viene precisato che l’assistenza Vodafone sarà esercitata solo sul terminale telefonico e non sugli accessori ad esso legati: l’assistenza sugli accessori originali sarà gestita da Apple stessa o dal produttore di tale accessorio.


È interessante capire meglio la formula “One Service Kasko“: crediamo infatti che per 10 Euro al mese sia inclusa una sorta di polizza assicurativa che prevede la sostituzione del vostro iPhone 3G qualora dovesse cadere e rompersi: non sappiamo se essa sarà valida anche se decideste di mettere il vostro iPhone 3G nel frullatore, come abbiamo visto fare da qualche “pazzoide” nei mesi scorsi.


Se il vostro telefono rientrasse nella categoria DOA (Dead on Arrival), viene dato tassativo ordine di gestire la vostra richiesta tramite il canale dell’assistenza tecnica. Ci auguriamo che il nostro e vostro nuovo iPhone 3G non abbia segni di malfunzionamento entro i 7 giorni dall’acquisto (classificandolo così come DOA), ma, se così sarà, speriamo in un trattamento di rapida sostituzione, come accadeva in America col suo predecessore.


Infatti negli USA, ai possessori di iPhone con problemi tecnici, il telefono difettoso veniva immediatamente ritirato e sostituito con uno nuovo e pienamente funzionante: la scelta di mandare le segnalazioni all’assistenza tecnica non fa capire come possa essere gestita in Italia, da Vodafone, questa situazione. I negozianti alle prese con un iPhone 3G DOA sono invitati a non aprire nessuna nota di credito: quindi non si capisce se il telefono difettoso venga immediatamentesostituito al cliente e come possa essere gestita la pratica da parte del negoziante. Vi facciamo leggere il testo originale della nota, in modo che possiate capire meglio la questione:


Non sarà possibile gestire il processo di DOA per l’iPhone; il cliente che lamentasse malfunzionamenti del telefono entro i 7 giorni dall’acquisto dovrà essere gestito esclusivamente attraverso il canale di assistenza tecnica. Vi chiediamo di non aprire alcuna richiesta di DOA per questo prodotto perché in
caso di apertura di processo DOA la Nota di Credito NON verrebbe emessa.


È davvero interessante pensare che i possessori di iPhone 3G non vivranno col terrore di vedere il proprio telefono con la meletta non più funzionante, magari per un banale guasto tecnico risolvibile nel giro di pochi minuti. Si apre una nuova concezione di possesso di iPhone in Italia: crediamo che tale concezione sia anche da riferirsi alla possibilità di avere garanzia e assistenza “ufficiali” e non da qualche “tecnico improvvisato”, oltre che da riferirsi al possesso “pienamente legale” del telefono di Apple.