iPhone 12, no ad auricolari e al caricatore per limitare le emissioni nocive

di Redazione Commenta

Sono in tanti ad essere convinti che il colosso di Cupertino abbia scelto di proposito di non inserire all’interno della confezione dell’iPhone 12 non solo il caricatore, ma anche gli auricolari, con l’unico intento di guadagnare una cifra maggiore su ciascun modello che viene rilasciato sul mercato.

Se da un certo punto di vista è innegabile come ci sia stato un vantaggio in termini di risparmi, non basta di sicuro a garantire l’ammortamento dei costi legati al 5G mmWave. Qualcosa come 100 dollari in più che dovranno tirare fuori dalle proprie tasche pure tutti quegli utenti che acquistano un iPhone 12 che non ha delle antenne aggiuntive.

iphone12pro

Tante offerte con l’arrivo del Black Friday

Tra l’altro, si sta per avvicinare la data che tanti appassionati di tecnologia e di prodotti Apple hanno segnato in rosso sul calendario. Ovvero, il Black Friday che, insieme, al Cyber Monday, rappresentano quegli appuntamenti in cui c’è la possibilità di trovare tante promozioni e offerte da non lasciarsi sfuggire per nulla al mondo.

Uno dei negozi che mette a disposizione della clientela la miglior selezione di iPhone Black Friday è, senza ombra di dubbio, Mediaworld. Qui, infatti, è possibile trovare sempre e volentieri un alto numero di prodotti che sono collegati all’universo della tecnologia, tra cui tantissime promozioni decisamente vantaggiose, come ad esempio quelle proposte su televisori, asciugatrici, ma anche notebook oppure prodotti Dyson.

La volontà di Apple di ridurre le emissioni di CO2

Il risparmio, in realtà, per Apple, non è tanto a livello economico, quanto piuttosto dal punto di vista delle emissioni nocive. Chiaramente, prendendo in considerazione ciascun modello, il risparmio è piuttosto limitato, ma provando a immaginare milioni e milioni di dispositivi mobili che vengono venduti sul mercato, ecco che i chili di CO2 cominciano a essere una mole impressionante, con un impatto di tutto riguardo.

Tra l’altro, il fatto che non ci sia il caricatore non è così importante quanto l’assenza del 5G mmWave. Sul mercato italiano, tra le altre cose, il prezzo degli smartphone 5G sta calando in modo interessante, toccando anche i 400 euro, ma si tratta sempre di modelli che non hanno mmWave. Di conseguenza, siccome un iPhone con 5G mmWave, avrebbe avuto un costo di oltre 100 euro in più, ecco che i limitati dollari risparmiati in riferimento al caricatore e agli auricolari, non bastano per riuscire ad equilibrare i costi connessi al 5G e alla relativa variante mmWave.