Cydia e la Repository di BigBoss: “Nerd Wars”

di Michele Baratelli 1

Piccola “scaramuccia tra nerds” quella che è accaduta nelle scorse ore tra BigBoos, i responsabili di Sleepers.net e Saurik che di Cydia è uno degli sviluppatori nonché creatore della piattaforma stessa. Nel proseguo dell’articolo proporremo, in maniera comprensibile a tutti, quella che nel titolo abbiamo definito scherzosamente una “Nerd Wars“. Perché mai dovrebbe interessare tale argomento a tutti i lettori di TAL? Crediamo sia la prova lampante di come il mondo alternativo di Installer e Cydia sia ancora vivace nonostante l’arrivo di App Store che prepotentemente ha tolto i riflettori da queste realtà alternative che hanno fatto (e sempre faranno) la storia di iPhone e iPod touch.

Cercherò di spiegare la vicenda nel modo più veloce e più comprensibile a tutti: se siete interessati ai retroscena e ai dettagli, vi consiglio di dare una lettura direttamente sul sito di Sleepers. Alla base dell’intera discussione, oltre a questioni “di principio e correttezza”, ci sono motivazioni pubblicitarie. Ebbene si, anche il mondo “undeground” campa (o meglio “si rimborsa le spesucce”) tramite la pubblicità.

Piccola appendice: una Repository, per chi non sapesse di cosa si tratta, può essere intesa come lo spazio web che ospita le applicazioni alternative per iPhone e iPod touch da cui chi utilizza Cydia e Installer attinge i download delle applicazioni. Scegliendo una repo piuttosto che un’altra dove far ospitare il frutto del proprio lavoro, lo sviluppatore ottiene tool e privilegi diversi.

Fulcro della vicenda è stato l’abbandono di Sleepers da parte di BigBoss che ha portato via con sé, oltre che il nome della “repo” (BigBoss appunto) anche le applicazioni in essa contenute. BigBoss si era unito a Sleepers per avere un ottimo supporto per ospitare le proprie e quelle che in principio erano le Apps di amici. Ora, invece, BigBoss si è organizzato e ha creato la sua repo personale.

Il risultato? Le repo di Sleepers e di BigBoss presentavano, allo stesso tempo, le medesime App: cosa che è vietata alle repo ufficiali al fine di evitare un “eccessivo intasamento”. A questo punto il buon Saurik (che ricordiamo gestisce Cydia) “diciamo che si è arrabbiato” e pretende chiarezza.

Nelle prossime ore queste discussioni finiranno e mi auguro che tutti possano tornare “amici come prima” per il bene di tutta la Comunity: ci sono di mezzo piccoli annunci pubblicitari e per questo motivo sono sicuro che un accordo sarà trovato quanto prima. La comunità sopravvive decisamente ad App Store e questa “litigata virtuale tra nerds” ne è la prova lampante.