Apple assume Raja Koduri

di Tiziano Dal Betto 1

Continua l’esodo di dirigenti dalle altre società tecnologiche verso Apple. Dopo Bob Drebin (ve ne abbiamo parlato ieri), un elemento da 90 di AMD ha lasciato la società produttrice di semiconduttori di Sunnyvale per dirigersi in quel di Cupertino, Raja Koduri, precedentemente nel ruolo di Chief Technology Officer of the Graphics Product Group.

L’acquisizione della P.A. Semi nell’aprile dello scorso anno, ha dato vita alle voci che vogliono che Apple stia sviluppano in casa le sue soluzioni on-chip per iPhone e iPod Touch. Ora, con i nuovi esperti di chip e progettazione che sono stati recentemente assunti, come Mark Papermaster da IBM prima, e successivamente Bob Drebin e Raja Koduri da ATI/AMD, Apple compie un grosso passo avanti nel suo know-how in merito di accelerazione grafica e chip a basso consumo.

Non è una sorpresa che Apple si muova in questa direzione, dal momento che gli iPhone e gli iPod Touch sono considerati una eccellente piattaforma di gioco mobile e, a breve, l’introduzione di OpenCL nel prossimo sistema operativo di Cupertino, OS X 10.6 Snow Leopard, porterà ad utilizzare la potenza dei processori montati sulle schede grafiche anche per funzionalità più “tradizionali”, come il calcolo.

Solo pochi giorni or sono, sul quotidiano The Inquirer compariva la notizia che Raja Koduri stesse lasciando l’azienda per motivi non legati ad altre offerte di lavoro, ma personali, legati alla famiglia. Tuttavia si ipotizzava che la sua destinazione in effetti potesse essere un’altra, ovvero quella che lo portava a percorrere una strada che lo avrebbe condotto a lavorare per Intel oppure per nVidia.

Mai notizia fu meno azzeccata, tanto che oggi lo stesso quotidiano ha dovuto fare marcia indietro e comunicare ai suoi lettori che Koduri era diretto al numero 1 di Infinite Loop, a Cupertino.

Una cosa di sicuro è certa: con queste nuove assunzioni, le cose in Apple si fanno sempre più interessanti. Quali nuovi prodotti ci proporranno in futuro questi personaggi?

[Via | MacRumors]